CULTURA & SOCIETA'

“Caracciolo – Da Procida”, premiati gli studenti meritevoli del 2018-2019

I riconoscimenti consegnanti nell’ambito del Premio Imbò – Cosulich, Parascandola – Cibelli – Marina di Procida – Associazione Capitani Procida

Nei giorni scorsi si è tenuto il Premio Imbò – Cosulich, Parascandola – Cibelli – Marina di Procida – Associazione Capitani Procida , il consueto appuntamento per l’inaugurazione dell’anno scolastico, evento che da tempo per l’Istituto “Caracciolo – Da Procida” coincide con la premiazione degli studenti meritevoli che si sono distinti per la carriera scolastica e per gli esiti dell’esame di Stato, inoltre, quest’anno, è stata l’occasione per mettere a confronto voci autorevoli del mondo della scuola, della politica e della cultura.

Presenti la Dott.ssa Luisa Franzese, Direttore Generale dell’ufficio Scolastico Regionale per la Campania, il Dott.re Domenico Marrazzo Consigliere Delegato della Città Metropolitana con Delega in materia di Scuola, l’Ingegnere Andrea Cosulich, il Sindaco Dott. Raimondo Ambrosino, la Dirigente Scolastica Prof.ssa Maria Saletta Longobardo, il Comandante Salvatore Scotto di Santillo, la Dottoressa Raffaella Salvemini dell’ISMed.

Il Sindaco, dott. Raimondo Ambrosino, ha aperto i lavori complimentandosi con la Dirigente Scolastica per il rapporto saldo creato tra scuola e istituzioni.

La sala Consiliare del Comune di Procida, dedicata a V. Parascandola, affollata di studenti e genitori, ha accolto con affetto le parole della Dirigente Scolastica che ha ricordato i suoi dieci anni trascorsi alla guida dell’unico Istituto Superiore dell’isola, anni fatti di impegni e di scommesse, caratterizzati dalla volontà di dare ai giovani studenti la consapevolezza che l’impegno nello studio e la preparazione sono le chiavi per gestire un presente così complesso.

Il legame dell’Istituto Caracciolo Da Procida con l’isola e con la sua storia è stato colto anche dalla Dott.ssa Luisa Franzese che, abituata a confrontarsi quotidianamente con una realtà scolastica molto complessa, ha avuto parole di elogio per una scuola che riesce a guardare al futuro puntando sulla qualità senza dimenticare il suo legame con il passato. Il Direttore Generale ha poi sottolineato come la necessità che le famiglie collaborino con la scuola, per la condivisione di un progetto educativo che miri a promuovere la formazione della persona e del cittadino. «Il vostro Istituto – ha sottolineato la Franzese – ha una Dirigente che crede in quello che fa e lo testimonia il coinvolgimento che mostra parlando del suo lavoro». Rivolgendosi poi agli studenti, la Franzese ha esortato i ragazzi a non accontentarsi di guardare il mondo, ma pretendere di farne parte.

L’intervento del Dott.re Domenico Marrazzo ha ribadito la necessità di un’azione sinergica tra le istituzioni e la scuola per realizzare i progetti dell’edilizia scolastica, che riguardano sia situazioni da risanare sia obiettivi da realizzare, come il palazzetto dello sport.

Anche l’ingegnere Cosulich, da molti anni a sostegno della gioventù studiosa dell’isola, ha raccontato di come, in tutti questi anni, ha visto crescere l’impegno dell’Istituto per la crescita culturale e professionale dei nostri studenti.

La volontà di sostenere sempre gli studenti meritevoli è emersa anche dalle parole dell’Avvocato Muro, promotore del premio Parascandola, del Comandante Scotto di Santillo, promotore del premio Imbò, e di Eugenio Michelino, Presidente del porto turistico Marina di Procida e promotore dell’omonimo premio.

A sostegno dei giovani che intraprendono la carriera marittima ci sono, invece, il premio Cibelli, per il quale è intervenuta la Signora Miriam Esposito, e il premio dell’Associazione Capitani Procida, rappresentato dal Direttore di macchine Capitano Sabia.

In chiusura, la Dott.ssa Salvemini, ha testimoniato il legame dell’isola con le grandi imprese del mare, raccontando come i Procidani abbiano avuto parte attiva anche nella costruzione del Canale di Suez.

La manifestazione, coordinata dal Prof. Domenico Ambrosino, si è conclusa con un caloroso applauso rivolto all’Istituto che, nonostante le varie difficoltà, ha iniziato il nuovo anno con un’ampissima offerta formativa grazie ai progetti PON e, dal primo ottobre, è passato ad orario completo.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close

Adblock Detected

Please consider supporting us by disabling your ad blocker