Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

“Caremar, inspiegabile il silenzio della Regione”

ISCHIA – Ecco le parole dell’avvocato che da anni si occupa di lavoro marittimo e che rappresenta molti dei lavoratori che in questi giorni hanno deciso di aderire allo sciopero: «inspiegabile il silenzio della Regione dinanzi alle gravi criticità che erano state già dettagliatamente illustrate nell’audizione del 26 novembre u.s. dinanzi alla IV Commissione da tutti gli intervenuti, criticità che stanno emergendo con forza in questi giorni. In quell’occasione, con non poca fatica, in considerazione dei vari tentativi di interrompermi con la motivazione che il mio intervento fosse fuori tema, riuscii – comunque – a lanciare un messaggio forte e chiaro di quel che stava accadendo e di quel che sarebbe accaduto dopo, se nessuno si fosse attivato per far rientrare tutto nei giusti binari. Con noi, la maggior parte degli intervenuti, ed in primis l’Autmare con il Prof. Lamonica, instancabile portatore degli interessi degli utenti, strettamente collegati al rispetto dei diritti dei lavoratori,che significa, anzitutto, rispetto della dignità personale e professionale, tema che sembra davvero strano dover affrontare e difendere oggi che siamo nel 2016. Quell’incontro, comunque, si chiuse con l’assicurazione, da parte del Presidente, della fissazione immediata di una nuova audizione ad hoc, dedicata al delicatissimo problema dei livelli occupazionali dopo la privatizzazione, e con altre promesse, relative ai correlati problemi sollevati negli interventi. Non ricevendo alcuna convocazione, in data 04.12.2015 inviavamo alla Regione una dettagliata richiesta di audizione, reiterando le preoccupazioni già manifestate, ed amplificate, nel frattempo, da ulteriori segnali di urgenza pervenuti dai lavoratori, ai quali erano stati annunciati sbarchi, equivalenti, di fatto, a licenziamenti; istanza a seguito della quale, dopo varie sollecitazioni, in data 22.12 u.s. perveniva l’invito, esteso a svariati altri soggetti ed enti interessati, all’audizione fissata per il giorno 29.12 u.s.,alle ore 12. Nonostante destasse non poche perplessità la circostanza che, dal calendario pubblicato sul sito della Commissione, si evinceva che alle ore 13 dello stesso giorno la Commissione sarebbe stata occupata in una distinta audizione, la notizia fu appresa dal nostro Studio, nonché dai nostri 70 assistiti, con fiducia ed ottimismo. Misteriosamente, purtroppo, il giorno dopo ricevevamo la comunicazione che la nostra audizione era stata “sconvocata”, così, senza una spiegazione. “Sconvocata” e basta. Da allora è calato il silenzio, come se tutto quel che sta accadendo, e che era stato già allora caldamente previsto ed anticipato, fosse un problema di altri. Apprendo dalla stampa che anche i Sindaci dei Comuni interessati, si sono rivolti alla Regione, ed auguro loro maggior fortuna di noi, segnalando che oltre alla situazione degli impiegati della biglietterie, merita altrettanta attenzione quella dei dipendenti Caremar stabilizzati da decenni e, tuttavia, “sbarcati” senza percepire retribuzione ormai da mesi. Un nostro elogio, in particolare, va all’Amministrazione di Procida per la  puntuale analisi che emerge dalle dichiarazioni rese oggi» – Studio Legale Barghini. MA.GA.

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x