ARCHIVIOARCHIVIO 5

Caremar, Lamonica plaude all’impegno del M5S

Dalla Redazione

ISCHIA. L’instancabile opera del prof. Nicola Lamonica, presidente dell’Autmare, da sempre in lotta per i diritti degli utenti dei collegamenti marittimi nel Golfo di Napoli, ha ricevuto un importante riconoscimento da Laura Agea, deputata al Parlamento europeo.  Dopo le ripetute segnalazioni inviate dall’associazione guidata da Lamonica, l’esponente del Movimento 5 Stelle ha assicurato la massima collaborazione insieme ai suoi colleghi: l’Agea, infatti, in seguito agli abusi in corso ai danni dei dipendenti di Caremar in seguito all’operazione di privatizzazione, insieme al collega Marco Valli ha provveduto ad attivare i parlamentari del Movimento5Stelle in Camera e Senato a Roma al fine di portare la questione Caremar all’immediata attenzione del parlamento italiano e ottenere dai Ministeri competenti dei chiarimenti precisi. Il Senatore Sergio Puglia ha già depositato un’interrogazione parlamentare, indirizzata alla Commissione Lavoro al Senato, sulla base delle informazioni fornite da Lamonica.  Quest’ultimo ha espresso la sua soddisfazione per l’attivo e costruttivo impegno  del M5S «su di una tematica – dichiara Lamonica – che è vitale per i lavoratori Caremar oggi stressati dall’arroganza padronale ed abbandonati dalla politica regionale e da tanti mestatori che il sindacato ha nel suo seno. Il loro auspicio è quello di superare il difficile momento attuale facendo capire alle autorità preposte ( Capitaneria di Porto di Napoli e Ministero dei Trasporti ) che non sono carne da macello e che la richiesta dell’applicazione del contratto nazionale di 8 ore di lavoro al giorno non è una pretesa ma il diritto; deroghe sono possibili  sempre se condivise ed umane e naturalmente con l’ok del Ministero! Intanto la Capitaneria di Porto di Napoli – continua Lamonica – prenda consapevolezza che quanto impone l’armamento non è nei limiti delle proprie prerogative e nel rispetto della normativa  intervenga!». Il ringraziamento del professor Lamonica è esteso a tutti i parlamentari del M5S, in particolare all’europarlamentare Marco Valli, che il 5 agosto scorso presentò un’interrogazione alla commissione europea riguardante proprio la cessione della Caremar al “cartello” costituito dal gruppo Snav-Rifim e soprattutto la potenziale violazione delle norme in materia di concorrenza: un’iniziativa che vide il plauso di Lamonica, sempre pronto a collaborare con tutte le forze, politiche e sociali, che si battono a favore di una vera concorrenza nei trasporti marittimi, condizione primaria e fondamentale per il futuro di tutti gli abitanti delle isole del Golfo, che rischiano di vedersi sostanzialmente negato l’irrinunciabile diritto alla continuità territoriale, in nome di interessi particolari e di mero profitto.  Il presidente dell’Autmare non dimentica comunque il dramma dei dipendenti della biglietteria Caremar, «buttati fuori dal posto di lavoro senza alcun scrupolo ed ancora incatenati nella Stazione Marittima di Napoli per rivendicare il loro diritto alla continuità di lavoro drammaticamente interrotto dall’insipienza politica regionale con la firma di un contratto a favore dei privati che sono subentrati alla Caremar pubblica a dir poco privo di umanità».

 

 

 

Ads

 

Ads

 

 

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button