Statistiche
CRONACA

Carenza di aule nelle scuole, Enzo avvia le “consultazioni”

Ieri mattina l’incontro con i rappresentanti degli studenti e dei genitori del Liceo di Ischia. A breve il sindaco incontrerà anche quelli dell’istituto “Telese”

Ieri mattina il sindaco di Ischia ha incontrato nella sala Consiliare del comune i rappresentanti degli studenti e dei genitori del Liceo di Ischia. Sul tavolo il problema degli spazi per la didattica, tematica peraltro comune alla quasi totalità del mondo scolastico isolano. «I rappresentanti – ha dichiarato il sindaco Enzo Ferrandino – mi hanno rappresentato la loro preoccupazione per la mancanza di aule in vista dell’anno scolastico 2021/2022, anche in virtù dell’aumento del numero degli iscritti grazie ai nuovi indirizzi disponibili. Ho aggiornato i ragazzi sull’interlocuzione che l’Amministrazione sta portando avanti con l’ente competente, ovvero la Città Metropolitana di Napoli».

Ischia Municipio
dav

Il primo cittadino ha anche citato la nota inviata lo scorso 25 marzo dal dirigente metropolitano incaricato, l’ing. Pasquale Gaudino, a tutti i comuni isolani chiedendo la disponibilità di immobili da acquisire eventualmente per affrontare il problema della carenza di aule per diversi istituti isolani. Nota che nell’edizione di ieri vi abbiamo illustrato nel dettaglio e che esprimeva le caratteristiche che secondo la dirigenza del Liceo dovrebbe avere l’immobile ricercato. Esso dovrebbe essere dotato di 21 aule didattiche, un’aula per i docenti, due laboratori, uno spazio da adibire a ufficio di presidenza, alcuni locali da destinare a biblioteca. Inoltre servirebbero ulteriori sei aule didattiche e due laboratori per sostituire alcuni locali attualmente in uso nella sede di via Morgioni a Ischia. Il sindaco ha spiegato che «il comune di Ischia è ormai prossimo a cedere la verticale del Polifunzionale di via Morgioni: un piano è già nella disponibilità della scuola, cederemo gli altri due per far sì che possano aumentare le aule». Il primo cittadino ha comunque considerato, nel corso dell’incontro, anche le esigenze degli studenti del vicino istituto alberghiero: «Gli stessi ragazzi del Liceo – ha continuato il sindaco – hanno manifestato vicinanza e preoccupazione anche per gli amici dell’Istituto Telese di Ischia, i quali nei giorni scorsi mi hanno inviato una nota nella quale evidenziano le criticità che ormai da anni rendono difficile la loro attività scolastica. Ho contattato i rappresentanti e li riceverò presto al Municipio e anche con loro ci confronteremo su ciò che è possibile fare dal punto di vista dell’Amministrazione». Dunque si cercheranno soluzioni in grado di soddisfare entrambi gli istituti alle prese con la “fame” di aule e di spazi, senza le discriminazioni paventate dagli studenti dell’alberghiero, i quali nella nota citata dal sindaco avevano chiesto di poter ottenere anch’essi una parte degli spazi che si sarebbero resi disponibili nell’area del Centro Polifunzionale. «È chiaro – ha specificato il primo cittadino – che la nostra intenzione è quella di individuare immobili già potenzialmente disponibili o lavorare a nuovi progetti di edilizia scolastica come stiamo già facendo per la Scotti e per il Rodari, ma dobbiamo dare risposte immediate ai nostri ragazzi. Speriamo che la Città Metropolitana possa risolvere quanto prima il problema non più procrastinabile dell’edilizia scolastica sulla nostra isola».

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x