Statistiche
ARCHIVIO 4

Carnevale Solidale: mille gli euro raccolti dal comitato genitori e dall’Associazione Gabbiani

di Isabella Puca

Ischia – Sono stati più di cento i bambini che hanno preso parte, martedì pomeriggio, al Carnevale Solidale nei locali del Museo del Termalismo di via Morgioni. A organizzarlo il comitato Genitori e l’Associazione Gabbiani, con la collaborazione dell’associazione Abracadabra Animazione, con l’obiettivo di raccogliere fondi necessari per il finanziamento degli screening preventivi per i disturbi dell’apprendimento. Grazie anche al contributo dell’Opera Pia Iacono Avellino Conte sono stati raccolti circa mille euro una cifra importante per il progetto portato avanti dal comitato genitori composto da Marianna Caserma, Marinella Agnese, Nadia Pesce  e Cristina Rontino. «È il quinto anno che operiamo come comitato genitori – ci racconta Cristina Rontino coordinatrice del comitato insieme  a Marianna Caserma – Cinque anni fa, una mamma si accorse che il suo bambino aveva  disturbi dell’apprendimento,  ma la  diagnosi arrivò tardi e fino alla quarta elementare ebbe difficoltà. Allora conoscemmo il dottore Cannavacciuolo, e ci venne quest’idea: creare un progetto per dare l’opportunità di fare screening gratuiti». Di solito, gli screening sui disturbi dell’apprendimento sono, infatti, a pagamento. SI parla di un costo che va dai 40 agli 80 euro che, oggi, grazie al comitato genitori, viene abbattuto. «Dislessia, disturbi dell’apprendimento e spesso anche lo spettro dell’autismo, si nascondono dietro altre problematiche come i bes  (bisogni educativi specifici ndr) o i dsa  (disturbi specifici dell’apprendimento) ndr, tuttavia la diagnosi non è facile.  Accade spesso che, arrivati alle scuole medie senza diagnosi, i ragazzi sono affaticati nello studio e questo comporta anche ripercussioni psicologiche». Quando un insegnante dice a un genitore che il ragazzo ha difficoltà può essere sottoposto a un test e magari a visita dal foniatra oppure, come spesso accade, si decide di aspettare. «Da Roma in su, in tutte le scuole, c’è un progetto di questo tipo e allora abbiamo pensato di proporlo anche noi. Queste equipe esterne, di solito, però, vengono finanziate da comuni, oppure tramite Pon e Pof, qui però finanziamenti non ne abbiamo mai avuti. Tuttavia in questo modo è possibile snellire le pratiche dell’Asl e le lunghe file d’attesa quando spesso non c’è nemmeno necessità di screening». I ragazzi vengono sottoposti al test due volte; la prima verso ottobre, la seconda dopo sei mesi. Si tratta di test ministeriali, con prove di matematica e italiano, anche abbastanza lunghe. Se già dal primo test viene individuato il problema, dopo aver parlato con insegnanti e genitori, si ripete il test dopo sei mesi, verso la fine dell’anno e, nel caso, si prosegue con visite foniatriche. Ad oggi alla scuola media Scotti vi è, oltre la possibilità di fare lo screening, la presenza di due logopediste, le dottoresse Assia Schiano e Anais Mattera  e uno sportello con la psicologa dott.ssa Rossella Verde. «Ci siamo concentrati con la scuola media Scotti – ha continuato Cristina Rontino – perché abbiamo visto una maggiore apertura e questo ci permette anche di avere una maggiore continuità con i bambini che arrivano con il problema già dalle elementari. A richiesta effettuiamo gli screening anche le scuole elementari; l’ anno scorso ne abbiamo fatti a tappeto al Marconi così da far sentire i bambini a loro agio. Il tutto ci viene a costare dai 1500 ai 3000 euro, pochissimo se consideriamo che vengono testati circa 700 bimbi». Con qualche extra progetto si pensa anche ai meno fortunati come i bambini dell’orfanotrofio di Casamicciola ai quali, spesso, viene data una spesa solidale. Dopo la festa in maschera di Carnevale che ha visto animazione per bambini, sfilate di maschere balli, buffet e tanto divertimento il prossimo evento di raccolta fondi sarà a Pasqua quando, come lo scorso anno, ci sarà una eccezionale caccia alle uova.

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex