ARCHIVIO 2ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Caro Enzo

Caro Enzo Ferrandino, la domanda che mi pongo è la seguente: sarai tu il mio prossimo Sindaco? Tu sai che o tu o Gianluca, per la nostra collettività, sarete e rappresenterete in ogni caso un momento di gioia nel momento in cui uno dei due sarà eletto a primo cittadino di Ischia. Ma, mi pare ovvio, entrambi dovete guadagnarvelo il consenso. Non so se mi leggi oppure no. In ogni caso sappi che a ripetizione ti sto chiedendo che, per convincere i cittadini a votare te e sceglierti come primo cittadino ideale, abbiamo il necessario bisogno di conoscere nel dettaglio alcune cose prima delle elezioni.

Insieme a Giosi Ferrandino sei tra coloro che ha tenuto in mano il Comune negli ultimi dieci anni.

In un mese puoi ancora aggiustare qualcosa per avere la giusta dose di credibilità per il futuro. Oggi, ad esempio, ti chiedo di parlare della Nettezza Urbana. Mi è stato riferito che un cittadino non paga quanto dovuto addirittura dal 2005. Mi chiedo e soprattutto ti chiedo: Cosa è successo nella macchina amministrativa e come qualcuno si è potuto sottrarre al suo obbligo di pagare per così lungo tempo senza che nulla si muovesse? Giosi Ferrandino si è vantato di non aver aumentato il costo del servizio. Ci mancava anche questo. Chiedi cosa ne pensano gli albergatori e avrai un quadro chiaro dello stato dell’arte.

Leggo che il Comune di Pozzuoli l’anno scorso ha abbattuto il costo del servizio del 12% mentre quest’anno dell’11%.  Come è stata possibile una cosa del genere? E perché qui da noi non è stata emulata? Tutti sappiamo che il Comune è creditore per tasse varie di circa 30 milioni di euro dalla cittadinanza. Come usciamo da questa situazione se – anche una volta che è stata concessa la rateizzazione dell’importo dovuto – il cittadino  paga la prima rata e poi dimentica di saldare come dovrebbe le altre?

Gli uffici si trincerano dietro la Privacy per non far conoscere la lista dei debitori; ma non credi che sarebbe anche utile a te, qualora fossi tu ad essere eletto, far conoscere adesso nel dettaglio la vera situazione finanziaria dell’Ente? E magari anche qualche magagna qualora ci fosse? Credi ancora che i cittadini diano credibilità agli amministratori a scatola chiusa? Mettiamo i cittadini di fronte alle loro responsabilità. Facciamo conoscere loro la realtà. Solo così il Comune potrà avere una svolta.

Tu e Gianluca siete la speranza per questa collettività solo se i lacci e i laccioli non ve li farete stringere intorno al collo da tanta gente furba che vi circonda. Questa corsa ad arruffare tutti e tutto con azioni palesemente clientelari che sta mettendo in mostra la tua coalizione sei certo che si rivelerà vincente? Ai posteri l’ardua sentenza…

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button
Close