CRONACA

Carriero e la stagione che verrà: «Ischia punti all’elité»

Sulla nuova stagione turistica ormai imminente l’ingegnere Giancarlo Carriero, patron de “L’Albergo della Regina Isabella” non nasconde un moderato ottimismo, alimentato dai nuovi flussi turistici che stanno interessando l’isola

L’entrata ufficiale della primavera sui nostri calendari costringe e obbliga a riflessioni sulla nuova stagione turistica ormai imminente. Quest’anno le vacanze pasquali arrivano molto tardi, nella seconda metà di aprile. Una circostanza che se da un lato può essere un problema di non poco conto che convincerà albergatori e ristoratori a rimanere chiusi per tutto il mese di marzo e anche nelle prime settimane di aprile, consentirà, d’altro canto, di avere un susseguirsi di festività ravvicinate che potrebbero convincere non poche persone ad approfittare di un calendario così favorevole e prenotare per una settimana e anche oltre una delle numerose opportunità di soggiorno che offre l’isola d’Ischia. Un preludio d’estate che se intercettato a dovere potrebbe donare il giusto slancio alle opportunità che offre la nostra isola, che della vocazione turistica ha fatto una ragione di vita.

Un moderato ottimismo che anima più di un professionista dell’ospitalità e che non ha lasciato indifferente anche l’ingegner Giancarlo Carriero, patron de L’Albergo della Regina Isabella che non nasconde un sorriso pensando alla prossima, imminente stagione turistica.

“Il vero slancio – ci confida – potrebbe arrivare dal turismo estero. I segnali di un aumento di presenze dal mercato internazionale generale, sono allettanti. Turisti francesi, tedeschi e americani scelgono l’isola per le proprie vacanze ed è un mercato che va assolutamente coltivato. Un interessante incremento che va tutelato e alimentato. Far innamorare dell’isola i nostri ospiti non è difficile grazie alle meraviglie che possiamo vantare”.

Forse anche la buona pubblicità realizzata da eventi dal respiro internazionale, come i festival del cinema che la vedono protagonista di ospitalità e l’eccezionale pubblicità scaturita da serie tv del calibro de “L’Amica Geniale” hanno ricordato che oltre a Capri, nelle acque del golfo c’è tanta bellezza da scoprire anche a Ischia

«Assolutamente. Un ottimo segnale che deve farci riflettere e non far perdere l’occasione di cavalcare le buone presenze che la visibilità ricavata da eventi così importanti ci ha concesso. La bellezza di Ischia è sconfinata, dobbiamo solo continuare a far conoscere l’isola in tutto il mondo» ..

Ischia ha dato il benvenuto alla famiglia Sciò, nuova proprietaria del Mezzatorre Resort. Come vede l’ingresso di questa importante famiglia nel panorama turistico ischitano?

«L’ingresso della famiglia Sciò a Ischia non può che far sorridere l’isola. Il Mezzatorre ha avuto un eccezionale percorso fino ad oggi e i nuovi proprietari continueranno su quella falsa riga di eccellenza. È un segnale decisamente ottimista per l’isola. Ischia è bella, un paradiso che deve puntare a migliorare, mirando alla qualità e mettendo da parte il low cost. I presupposti ci sono, ma per dare lo slancio necessario non possiamo fare a meno di puntare sui servizi, di migliorare l’isola ogni aspetto. Servizi d’eccellenza per un’isola che deve farsi portavoce di qualità e punto di riferimento per tutto il Mediterraneo» .

Eccellenza e ospitalità d’elite da un lato, soggiorni a buon mercato dall’altro. L’isola è combattuta su due fronti, riusciremo mai a capire cosa vogliamo fare in futuro del nostro territorio? A quale target proporci?

«Sono convinto che Ischia possa puntare a un turismo d’elite, raffinato e selezionato. I presupposti ci sono tutti. Ci servono soltanto buona volontà, programmazione e buone idee. Puntare a migliorare i servizi per attirare sempre più ospiti, anche quelli provenienti da lidi inediti per l’isola è per noi vitale. Si aprono opportunità che non dobbiamo lasciarci sfuggire e che dobbiamo essere bravi a incanalare» .

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close