CRONACAPRIMO PIANO

Cartaromana, Lido e San Pietro: ecco la Bandiera verde dei pediatri 2019

Secondo i medici i tratti di spiaggia in questione sono adatti ai bambini. Quello ischitano peraltro è l’unico arenile indicato nella provincia di Napoli

Sono 142 i comuni italiani e spagnoli insigniti della ‘Bandiera verde’ dei pediatri 2019. A ottenere il riconoscimento – che indica una località marina con caratteristiche adatte ai bambini, selezionata attraverso un’indagine condotta fra un campione di pediatri c’è anche un ampio tratto di piaggia ischitana. Si tratta delle zone di Cartaromana, Lido  e San Pietro nel Comune di Ischia.  Le regole per i pediatri restano sempre le stesse: “Acqua limpida e bassa vicino alla riva, sabbia per torri e castelli, bagnini e scialuppe di salvataggio, giochi, spazi per cambiare il pannolino o allattare, e nelle vicinanze gelaterie, locali per l’aperitivo e ristoranti per i grandi”, aggiunge Farnetani, ordinario alla Libera università degli Studi di scienze umane e tecnologiche di Malta. Il 28 giugno, presso il Comune di Praia a Mare (Cs), si terrà la cerimonia di consegna ai sindaci dei 142 Comuni della ‘Bandiera verde’ 2019. Il riconoscimento viene assegnato dal 2008: in dodici anni, con il contributo di 2.550 pediatri italiani ed europei, sono state selezionate le 142 spiagge in Italia e in Spagna più adatte ai bambini. “Se la Calabria con 18 bandiere resta prima, quest’anno è seguita da Sicilia e Sardegna con 16. La Puglia consolida il piazzamento al terzo posto con una località in più (Margherita di Savoia) e arrivando a quota 13 – sintetizza Farnetani – Nessun cambiamento per il quarto posto occupato da Marche e Toscana, entrambe con 11 bandiere”. Le Bandiere verdi utilizzano anche dei criteri scientifici per dare voti alle spiagge, soprattutto per quei valori come la pulizia dell’acqua e della spiaggia, che riguardano l’ambiente. “Per la qualità delle acque e la possibilità di balneazione – continua Farnetani – ci siamo riferiti alle strutture istituzionali e pubbliche italiane: le ordinanze dei sindaci e le rilevazioni delle Arpa regionali, che sono le strutture preposte a tali controlli. 

Qualche sorpresa al quinto posto, le regioni con 10 bandiere sono “Abruzzo, Campania, Emilia Romagna e Lazio: l’ingresso delle abruzzesi Alba Adriatica e Ortona e della laziale Terracina hanno fatto fare un salto in avanti alle rispettive regioni, che raggiungono Campania ed Emilia Romagna”. Ormai gli ‘under 18’ vanno al mare non per curarsi, come si faceva nell’Ottocento, ma per stare all’aria aperta e giocare, insieme ai genitori: insomma, soprattutto “per divertirsi”, dice Farnetani. Il mare offre una possibilità ai bambini di muoversi, fare attività fisica, stare all’aperto e passare del tempo con i genitori.  Ecco dunque l’elenco delle Bandiere verdi 2019. In Campania: Agropoli-Lungomare San Marco, Trentova (Salerno), Ascea (Salerno), Centola-Palinuro (Salerno), Ischia: Cartaroma Lido San Pietro (Napoli), Marina di Camerota (Salerno), Pisciotta (Salerno), Pollica-Acciaroli, Pioppi (Salerno), Positano-Spiagge: Arienzo, Fornillo, Spiaggia Grande (Salerno), Santa Maria di Castellabate (Salerno), Sapri (Salerno). 

Spiaggia di San Pietro: ecco perché è adatta ai bambini 

La spiaggia di San Pietro è la prima che si incontra venendo dal porto d’Ischia. Si trova alle spalle della chiesa omonima ed è una lunga striscia di sabbia in cui si alternano lidi in concessione, tratti liberi, e naturalmente bar e ristoranti. Una spiaggia ‘comoda’, a due passi dalle centralissime via Roma e Corso Vittoria Colonna. Eterogenea la frequentazione. Il lido è frequentato da famiglie anche se una porzione di arenile frequentata prevalentemente da giovani e giovanissimi. C’è anche un altro aspetto da considerare. La spiaggia di San Pietro non è molto assolata, perlomeno non quanto le spiagge di Forio, dall’altro lato (ovest) dell’isola. Questa circostanza la rende particolarmente indicata per le famiglie con figli piccoli al seguito che qui, oltre all’ombra, trovano tutti i servizi (toilette, bar ecc.) di cui hanno bisogno. 

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button