Statistiche
CRONACA

Cas, Schilardi mette mano alla tasca

Tra il rimborso a Casamicciola e le nuove erogazioni per Lacco Ameno e Forio, il Commissariato alla Ricostruzione stanzia oltre un milione di euro per i tre Comuni del Cratere

Arriva il “rimborso” per il Comune di Casamicciola. Come si ricorderà, l’ente del Capricho aveva anticipato il contributo di autonoma sistemazione per i cittadini colpiti dal sisma. Una cifra vicina al milione di euro, per coprire i mesi da gennaio a marzo. Un provvedimento reso possibile grazie all’impegno degli uffici comunali, per consentire a centinaia di cittadini di far fronte senza ritardi agli impegni economici dovuti all’obbligato affitto cui sono stati costretti dall’inagibilità delle proprie abitazioni lesionate dal sisma. Un impegno condiviso con i vari funzionari assunti in via straordinaria il cui contratto era scaduto il 31 dicembre per non essere più rinnovato. Grazie al supporto esterno – e gratuito – di tali funzionari si era materializzata la liquidazione trimestrale del contributo, altrimenti impossibile da raggiungere in tempi tutto sommato ristretti, visti gli uffici sguarniti. Adesso il Commissario alla ricostruzione Carlo Schilardi ha apposto la firma al decreto che liquida a favore del Comune di Casamicciola un importo di ben € 965.767,29 per complessive 409 istanze, prendendo atto della richiesta del comune dello scorso 19 aprile, quando l’ente aveva già provveduto ad anticipare la somma, richiamando l’Ordinanza del Capo Dipartimento della Protezione Civile n.476 del 29/08/2017, la nota del Commissario Delegato n. 245 del 23/10/2017 e il Decreto n. 17 del 21 Febbraio 2019 del Commissario Straordinario per la Ricostruzione.

Nella vicina Lacco Ameno, intanto, il responsabile del settore Affari generali del Comune ha firmato la determina per la liquidazione del contributo di autonoma sistemazione per il mese di aprile. Il provvedimento fa riferimento all’art. 9 quaterdecies, comma 1, del decreto-legge 24 ottobre 2019, n. 123, il quale stabilisce che “il Commissario Straordinario dispone la riduzione al 50 per cento dei contributi di autonoma sistemazione precedentemente concessi in favore dei nuclei familiari residenti in abitazioni non di proprietà, che possono comunque essere concessi fino al 31 dicembre 2020”. A seguito dell’esame delle istanze si è provveduto a validare 91 Istanze Cas relative ai soli beneficiari proprietari degli immobili danneggiati dal sisma del 21 agosto 2017, anche in base alle dichiarazioni in autocertificazione trasmesse dagli interessati, in ordine alla persistenza dei requisiti per beneficiare del contributo.

L’ente del Capricho si è visto riconoscere circa 965mila euro, anticipati un mese fa per il trimestre gennaio-marzo. A Lacco Ameno via alla liquidazione di 75mila euro per 91 istanze del mese di aprile, mentre a Forio viene liquidato il semestre da novembre ad aprile

I cittadini sfollati, per le 91 pratiche in questione, si vedranno dunque liquidare la somma complessiva di € 74.900,00 a titolo di contributo per l’autonoma sistemazione relativo alle richieste già definite ed assegnate, subordinando l’effettivo pagamento delle somme all’accredito delle risorse da parte del Commissario Straordinario per la ricostruzione, a valere sul fondo di cui all’art. 19 del decreto legge n. 109/2018, convertito dalla legge n. 130/2018, in considerazione dello stato di dissesto finanziario dell’Ente. Naturalmente l’efficacia della liquidazione è subordinata all’accredito dell’importo sul conto intestato al Comune di Lacco Ameno.

Contemporaneamente, anche a Forio stanno per arrivare i contributi di autonoma sistemazione per due semestri arretrati. Il responsabile di settore, con apposita determina, ha preso atto delle 11 domande ammesse ai fini della richiesta dei Cas, e quindi della corresponsione del contributo CAS ai richiedenti aventi diritto, quale saldo per il periodo che va da novembre 2020 ad aprile 2021. È stata assicurata la copertura finanziaria per la spesa di euro 45.600,00. Nel documento il responsabile del settore finanziario ha ripercorso i principali step che hanno condotto alla liquidazione dei contributi, necessari per far fronte alle conseguenze del sisma, a partire dai primi fondi stanziati fino alle varie ordinanze del commissario delegato all’emergenza con cui sono stati liquidati parte di tali fondi a favore del Comune di Forio per iniziare in tempi brevi i versamenti del Cas agli sfollati del sisma. Come si ricorderà , vengono assegnati ai nuclei familiari la cui abitazione principale, abituale e continuativa sia stata distrutta in tutto o in parte, oppure sia stata sgomberata in esecuzione di provvedimenti delle competenti Autorità, adottati a seguito dell’evento sismico, un contributo per l’autonoma sistemazione rispettivamente di: € 400,00 per i nuclei monofamiliare; € 500,00 per i nuclei familiari composti da due persone; € 700,00 per i nuclei familiari composti da tre persone; € 800,00 per i nuclei familiari composti da quattro persone fino ad un massimo di € 900,00 per i nuclei familiari composti da cinque o più persone. Qualora nel nucleo familiare siano presenti persone di età superiore a 65 anni, portatrici di handicap o disabili con percentuale di invalidità non inferiore al 67% è concesso un contributo aggiuntivo di € 200,00 mensili per ognuno dei soggetti sopra indicati, anche oltre il limite di € 900,00 mensili previsti per il nucleo familiare.

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x