Statistiche
CRONACA

Casa da demolire, tampone bis per Filomena Buono

Ieri il test molecolare eseguito dai sanitari dell’ASL, nella serata di oggi si dovrebbe conoscere l’esito: un risultato negativo avvicinerebbe ancora di più ruspe all’abitazione di Domenico De Siano

L’incubo non si è mai arrestato, ma ieri mattina – purtroppo – si è di nuovo palesato in tutta la sua drammaticità. 25 marzo doveva essere e 25 marzo è stato ma per una volta nessuno può sorridere dinanzi alla puntualità svizzera dei sanitari dell’ASL Napoli 2 Nord in servizio sulla nostra isola. Che ieri mattina intorno alle 10.30 si sono presentati in via Calosirto al civico 61, presso l’abitazione “Casa Luisa” di proprietà di Domenico De Siano, oggetto di un ordine di demolizione frutto di sanzione accessoria di una condanna penale passata in giudicato che si perde praticamente nella notte dei tempi.

Le ruspe sarebbero dovute entrare in azione già diversi giorni fa, ma la moglie del proprietario di casa, Filomena Buono, presentava i sintomi del covid e per questo motivo – a seguito della visita effettuata dal medico legale – era stato richiesto un tampone che aveva dato esito negativo. CIò nonostante il personale medico aveva ritenuto in ogni caso sospette le condizioni della paziente disponendo un nuovo test molecolare da svolgersi proprio nella giornata di ieri.

L’esito dell’esame dovrebbe arrivare nel tardo pomeriggio di oggi, a meno di differimenti che però non si prevedono proprio in virtù della puntualità cui facevamo riferimento poc’anzi. A quel punto presumibilmente ci sarebbe la pausa del weekend ma visto il “pressing” dell’autorità giudiziaria e del sostituto Giovanni Cilenti le ruspe potrebbero entrare in azione già dalla giornata di lunedì 28 marzo. Quella in cui, ironia della sorte, i sindaci isolani si recheranno a Napoli ad incontrare il governatore Vincenzo De Luca per esporgli una serie di problematiche, tra cui anche la richiesta di muovere i suoi canali per sospendere le demolizioni almeno fino al termine della pandemia o comunque a fine anno solare 2021. Insomma, prendere tempo servirebbe davvero come il pane: ci vergogniamo quasi a dirlo, ma dobbiamo pensare che anche nella famiglia De Siano si augurino che quel tampone dare risultato positivo, in maniera tale da consentire a Filomena Buono di proseguire la quarantena all’interno della casa di via Calosirto. Servirebbe, questa congiuntura, a guadagnare altre due settimane. Potrebbe voler dire solo prolungare l’agonia? Può darsi di sì, ma in fondo ai miracoli bisogna pur sempre credere. A proposito, dettaglio tutt’altro che trascurabile, la Corte d’Appello si riunisce per discutere i ricorsi sulla richiesta di sospensione dell’abbattimento presentati dall’avvocato Maria Grazia Di Scala Un’altra “preghiera”, sperando non sia l’ultima.

Foto Franco Trani

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x