Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Casamicciola, Agnese Cianciarelli nuova responsabile dell’Ufficio tecnico

Cambio della guardia presso l’ufficio tecnico di Casamicciola. Da stamane l’incarico di responsabile passa all’architetto Agnese Cianciarelli. Erano in tredici i candidati per la carica finora detenuta da Vincenzo D’Andrea. Oltre quest’ultimo, avevano presentato il proprio curriculum anche Giovan Giuseppe Iacono,  Francesco Distinto, Manuela Grasso, Roberto Sperlongano, Chiara Follera, Stefania Paparatti, Carmen Napolano, Francesco Barbieri, Francesca Campisi, Maurizio Pirulli, Antonio Fontanella e appunto Agnese Cianciarelli, che è stata la prescelta dalla Commissione esaminatrice.  Ricoprirà l’incarico  a tempo determinato per dodici mesi, con un contratto come funzionario direttivo categoria D3,  part time orizzontale al 50%, cioè per 18 ore settimanali. Il resto delle ore settimanali potrebbe essere ricoperto tramite una seconda assunzione da gennaio in avanti. Si registra dunque una doppia novità presso uno degli uffici più strategici del Comune termale, con un nuovo responsabile di sesso femminile e  con D’Andrea che esce momentaneamente di scena (resta comunque a disposizione nella short list comunale). Alcuni paventavano la fine dell’era dell’ubiquo ingegner Gaetano Grasso presso l’ente casamicciolese, ma non c’è niente di vero: l’ingegnere resta saldamente nel suo ruolo di consulente dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Giovan Battista Castagna.

Il trattamento economico, oltre al compenso fisso e continuativo normalmente stabilito dal contratto nazionale del comparto Regioni/autonomie locali per la categoria D3, verrà integrato con indennità di posizione e di risultato “previo conferimento della posizione organizzativa ai sensi degli art. 8, 9 e 10 del contratto nazionale nella misura stabilita dalla Giunta comunale” lo scorso 4 dicembre 2015, “in considerazione del complesso di responsabilità derivante dall’assunzione dell’incarico e in particolare la responsabilità dell’area e di tutti i procedimenti a essa connessi”. Per quanto riguarda le mansioni, il neo-dirigente dell’ufficio tecnico sarà collocato a tutti gli effetti nella struttura amministrativa dell’Ente e dovrà provvedere ai compiti che istituzionalmente fanno capo alla figura di Funzionario direttivo tecnico, responsabile di settore organizzativo, e a ogni altra funzione prevista dal Tuel e dai Ccnl, dal codice di comportamento e dalle disposizioni regolamentari riconducibili alla qualifica funzionale e al servizio di competenza.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x