Statistiche
CRONACA

Casamicciola, arriva il concorso per vigile urbano

Si cerca un’unità a tempo pieno e indeterminato. Anche tale selezione è subordinata all’esito della procedura di mobilità

Nuovo concorso varato dal Capricho. Dopo quello per individuare un istruttore amministrativo-finanziario, il cui bando era stato illustrato su queste colonne alcuni giorni fa, prima della pubblicazione avvenuta ieri, ecco arrivare anche il bando della selezione, per titoli ed esami, diretta all’assunzione a tempo pieno e indeterminato di un istruttore di vigilanza, categoria c, posizione economica c1. Il Comune si riserva la facoltà di utilizzo anche per eventuali assunzioni a tempo determinato. Anche questa selezione, come quella per istruttore amministrativo-finanziario, è subordinata all’esito negativo della procedura di mobilità stabilita dall’articolo 34-bis del Testo unico degli enti locali, perché nel caso in cui il posto di vigile dovesse essere coperto con tale procedura, il concorso appena varato resterà valido soltanto per formare una graduatoria utilizzabile per eventuali assunzioni a tempo determinato, di identico profilo professionale, ma senza che i candidati possano vantare pretese verso il Comune. La figura che viene ricercata dall’ente corrisponde a quella di lavoratori che esercitano principalmente la funzione di polizia amministrativa locale: in sostanza, attività di controllo e vigilanza di funzioni amministrative di competenza dell’ente, e attività di prevenzione e repressione degli illeciti amministrativi, ma ovviamente anche quella di prevenzione e contrasto di situazioni e comportamenti che incidono sulla “sicurezza urbana”, e altre funzioni ben note, da quelle di polizia stradale e giudiziaria, a quelle di polizia tributaria e ausiliarie di pubblica sicurezza. Oltre ai consueti requisiti richiesti per l’ammissione, quelli specifici richiedono il possesso di diploma di scuola secondaria di secondo grado, dopo un corso di studi di durata quinquennale.

Per quanto riguarda la presentazione della domanda di ammissione alla selezione, essa dovrà essere redatta esclusivamente utilizzando il fac simile pubblicato sull’albo pretorio on line. Le domande dovranno pervenire entro le ore 13 del trentesimo giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta ufficiale. Nella domanda, tra l’altro, bisogna attestare di avere una buona conoscenza della lingua inglese, e di essere in possesso di eventuali titoli valutabili, risultanti dal curriculum vitae. La domanda di ammissione, redatta in carta semplice conformemente allo schema approvato con il bando, dovrà essere inviata per posta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento, oppure presentata a mano all’ufficio del protocollo, o per via telematica tramite Pec.

Le prove di esame saranno precedute, soltanto in caso di presentazione di oltre 30 domande di partecipazione alla procedura concorsuale, da una preselezione la cui correzione potrà anche eventualmente essere affidata ad una Società specializzata in selezione del personale e gestita con l’ausilio di sistemi di elaborazione elettronica dei dati. L’eventuale preselezione consisterà in un questionario a risposta multipla avente ad oggetto le materie indicate come programma delle prove successive.

Tra coloro che avranno sostenuto la preselezione, saranno ammessi a partecipare alla prove d’esame i 30 candidati che avranno ottenuto il miglior punteggio, fatte salve eventuali parità di collocazione all’ultimo posto utile e fermo restando, in ogni caso, che per il superamento della preselezione dovrà essere raggiunto il punteggio minimo pari a 21/30 per l’ammissione alle successive prove d’esame. Pertanto accedono alle prove d’esame i concorrenti che hanno ottenuto il miglior punteggio all’eventuale prova preselettiva superando in ogni caso il punteggio minimo pari a 21/30, fino al raggiungimento di un numero complessivo di 30 concorrenti. Il punteggio ottenuto nella prova preselettiva non concorre alla formazione della graduatoria finale di merito.

LE PROVE E LE MATERIE

Ads

Gli esami consisteranno in una prova scritta e una prova orale, saranno entrambe valutate in trentesimi e saranno entrambe ritenute singolarmente superate con la votazione minima di 21/30 ai fini dell’ammissione alla prova successiva e alla graduatoria finale. La prova scritta sarà costituita da quesiti a risposta multipla con risposte già predefinite su una serie di materie, tra le quali il Codice della Strada e il relativo regolamento di esecuzione e attuazione, e le altre norme sulla circolazione stradale; la depenalizzazione il sistema sanzionatorio amministrativo; elementi normativi in materia edilizia, di commercio e ambiente; nozioni sul testo unico delle leggi di pubblica sicurezza e relativo regolamento di esecuzione; il Dl 14/2017, in materia di sicurezza delle città; nozioni circa la legislazione in materia di armi, stupefacenti e immigrazione; elementi di diritto penale e procedura penale. La correzione della prova potrà eventualmente essere affidata a una società specializzata in selezione del personale e gestita con l’ausilio di sistemi di elaborazione elettronica dei dati.

Ads

La prova orale verterà sugli argomenti delle prove scritte, e su ulteriori materie come la procedura sanzionatoria amministrativa, elementi di tecnica della circolazione stradale, elementi di diritto costituzionale, ordinamento degli enti locali, norme in materia di procedimento amministrativo, il rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche amministrazioni.

La Commissione esaminatrice dispone di un massimo di dieci punti per la valutazione dei titoli.

VALUTAZIONI

Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato un punteggio di almeno 21/30 in ciascuna delle prove scritte. Saranno dichiarati idonei i candidati che abbiano conseguito una votazione di almeno 21/30 nella prova orale. La votazione finale complessiva utile ai fini della formazione della graduatoria sarà espressa in settantesimi e sarà data dalla somma delle singole votazioni ottenute alle due prove scritte (massimo 30 punti cadauna), della votazione ottenuta alla prova orale (max 30 punti) e del punteggio attribuito ai titoli (massimo 10 punti).

La graduatoria finale di merito, che sarà approvata con Determinazione del Responsabile dell’Ufficio Personale, sarà formata secondo l’ordine decrescente di punteggio, determinato sulla base della votazione complessiva, data dalla somma dei punteggi ottenuti nelle prove scritte e nella prova orale nonché della valutazione dei titoli. In caso di parità di merito si terrà conto dei titoli di preferenza previsti dall’art. 7 del bando.

Sarà dichiarato vincitore il candidato collocato al primo posto della graduatoria, tenuto conto eventualmente delle preferenze in caso di parità di punteggio.

La stessa graduatoria avrà validità triennale, ovvero la validità prevista dalle norme vigenti alla data della sua approvazione.

Durante il periodo di vigenza la graduatoria degli idonei potrà essere utilizzata, ricorrendone la necessità, per assunzioni a tempo determinato del medesimo profilo. I candidati idonei assunti a tempo determinato manterranno in ogni caso il diritto all’eventuale successiva assunzione a tempo indeterminato secondo l’ordine di graduatoria, compatibilmente con la normativa vigente.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x