ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Casamicciola, ecco il bando per il servizio civile

È stato pubblicato sull’albo pretorio di Palazzo Bellavista l’avviso di selezione per il servizio civile volontario. La selezione pubblica individuerà dodici giovani da impiegare presso il Comune di Casamicciola nel progetto “Informatutti III”, che per il terzo anno consecutivo è risultato tra quelli idonei ed è stato dunque ammesso al finanziamento dalla Regione Campania. L’impiego dei volontari nel progetto decorrerà orientativamente dal gennaio del 2018. La durata del servizio sarà di dodici mesi, e si articolerà in 1400 ore annue, al netto delle giornate di permesso e con un minimo di dodici ore settimanali di servizio su almeno cinque giorni di servizio settimanale, con flessibilità oraria. Ai dodici selezionati spetterà un trattamento economico di 433,80 euro mensili, e il periodo del servizio prestato sarà riconosciuto utile ai fini del diritto e della determinazione della misura dell’assicurazione generale obbligatoria per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti.

REQUISITI E OBIETTIVI. Per poter partecipare alla realizzazione del progetto i candidati devono aver compiuto il diciottesimo anno di età e non superato il ventottesimo alla data di presentazione della domanda. Nella lunga lista di requisiti richiesti e di categorie interdette, va sottolineato che non costituisce causa ostativa alla presentazione della domanda di servizio civile nazionale l’aver già svolto il servizio civile  nell’ambito del programma europeo “Garanzia Giovani” e nell’ambito del progetto sperimentale europeo Ivo4All. Obiettivo del progetto è quello di accrescere, in termini di qualità e quantità, le occasioni di educazione ai diritti del cittadino, nonché le occasioni di accedere a un qualificato sportello informativo rivolto ai residenti e, in particolare per le giovani generazioni, gli stranieri e gli anziani, nella convinzione che, soprattutto nelle realtà insulari come quella dell’isola d’Ischia, la valorizzazione della “cittadinanza attiva” sia uno strumento indispensabile per la promozione umana.

LE PROCEDURE SELETTIVE. La domanda di partecipazione dovrà pervenire al Comune di Casamicciola entro e non oltre le ore 14 del 26 giugno 2017, esclusivamente con posta elettronica certificata, oppure a mezzo raccomandata andata e ritorno, o ancora a mano.  La selezione dei volontari verrà effettuata in due fasi. Durante la prima fase di valutazione del curriculum verranno attribuiti quarantacinque punti su sessantacinque sulla base delle esperienze di formazione e lavoro. I titoli valutabili comprendono i vari tipi di lauree di vecchio e nuovo ordinamento, comprese le triennali, i diplomi anche non attinenti al progetto, i master, i corsi di perfezionamento, scuole di specializzazione, dottorati di ricerca: per tali titoli il punteggio massimo attribuibile sarà appunto di quarantacinque punti. I restanti venti punti verranno attribuiti sulla base di un colloquio volto ad apprezzarne la motivazione, la capacità di lavorare in gruppo e la capacità di risolvere problemi non routinari.

Le date destinate ai colloqui degli aspiranti presso Palazzo Bellavista saranno pubblicate all’albo online del Comune almeno quindici giorni prima dell’inizio della procedura. Tale pubblicazione avrà valore di notifica a tutti i partecipanti, in quanto nessun tipo di comunicazione sarà inviata. Il candidato che, pur avendo presentato la domanda, non si presenta nei giorni stabiliti per il colloquio è escluso dalla selezione per non aver completato la relativa procedura. La procedura allestita dal comune di Casamicciola recepisce il Bando della Regione Campania per la selezione di oltre tremila volontari da impiegare nei vari progetti regionali ammessi a finanziamento. Il progetto, come alcuni ricorderanno, si lega anche all’allungamento dello schema d’accordo di partenariato per realizzare attività di educazione e promozione culturale programmate per progetti di servizio civile volontario, stipulato con le Istituzioni scolastiche e religiose operanti sul territorio comunale, approvato lo scorso 14 ottobre dalla Giunta e sottoscritto dalle istituzioni stesse. Il progetto prevede l’impiego dei volontari anche nel settore di educazione e promozione culturale, con lo scopo di offrire la possibilità ai giovani locali di avvalersi di un anno di esperienza fondamentale per la crescita culturale e fisica, e di vivere un momento di crescita umana e professionale dei giovani, costituendo, allo stesso tempo, un utile strumento per gli enti coinvolti circa il perseguimento delle proprie finalità.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close