Statistiche
ARCHIVIO 5POLITICA

Casamicciola, Davide batte Golia: dal Comune schiaffo alla Tim

Il braccio di ferro è durato alcuni mesi, ma alla fine la compagnia telefonica ha assecondato le richieste di Palazzo Bellavista. A marzo non erano mancati momenti di tensione presso l’ufficio del sindaco Castagna durante un incontro, poi rivelatosi risolutivo, con alcuni tecnici della Tim. La compagnia telefonica premeva per ottenere le autorizzazioni necessarie allo scavo per lavori di manutenzione in due strade del comune termale. Dall’altro lato del tavolo, il primo cittadino segnalava un’altra e più stringente priorità: il plesso scolastico del Manzoni a via Paradisiello, che di recente è stato oggetto di lavori di ammodernamento, consolidamento ed efficientamento energetico, presentava una residua criticità non certo trascurabile. Infatti la struttura era ancora avvolta da una vera e propria ragnatela di cavi elettrici a varie altezze, la cui potenziale pericolosità era stata più volte fatta notare da addetti e dai genitori degli alunni che frequentano lo storico edificio scolastico casamicciolese.  Di qui l’assoluta intransigenza del sindaco circa la priorità delle opere richieste dalla Tim.

La Compagnia, che già alcuni mesi fa si era detta pronta ad eseguire le opere di interramento dei cavi elettrici per garantire la necessaria sicurezza ai bambini e al personale scolastico, desiderava ottenere contestualmente le varie autorizzazioni per i molteplici lavori che interessano diverse località. Ma Giovan Battista Castagna si era mostrato irremovibile: prima devono essere concretamente iniziati i lavori al Manzoni, aveva detto in sostanza  il primo cittadino agli esponenti della Telecom, e poi saranno pronte tutte le altre autorizzazioni. Il confronto pareva sul punto di far naufragare la possibile intesa, perché la Compagnia insisteva sull’assoluta necessità di ottenere contestualmente tutti i provvedimenti riguardanti anche le altre località, dove pare che si siano verificati inconvenienti sulla linea, lamentati da utenti residenti in zona. Il sindaco  tuttavia rispose illustrando le legittime proteste che si levavano ormai quotidianamente dai genitori degli alunni del Manzoni: il problema era più rinviabile, e l’amministrazione non era disposta a concedere ulteriori dilazioni.

La riunione terminò quindi con una sorta di “gentlemen’s agreement”: la Tim si impegnava a iniziare quanto prima i lavori di messa in sicurezza dei cavi elettrici che adornano il Manzoni su ogni lato, e il sindaco  prometteva di dare disposizioni agli uffici competenti per la preparazione delle ulteriori autorizzazioni richieste. La Compagnia ha portato a termine i lavori pochi giorni fa, con un’operazione dall’importo complessivo pari a circa 20mila euro, a fronte della indispensabile messa in sicurezza di un edificio quotidianamente frequentato da bambini, insegnanti e personale scolastico.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x