CULTURA & SOCIETA'

Casamicciola e la “marcia” verso la rinascita

15 / 100

Nei giorni scorsi su Il Golfo è stato pubblicato in due distinte puntate la seconda parte del mio saggio-breve “Ischia, una ricostruzione a macchia di leopardo” dove denuncio le assurdità di questo iter di ricostruzione dopo il sisma del 21 agosto 2017. Ma bisogna presentare anche un altro aspetto di Casamicciola e della sua gente. Pur provato è un popolo che non si arrende alle avversità. Pur senza un governo locale di uomini e donne capaci, Casamicciola vive. É in marcia verso la ripresa economica e sociale. Ci sono albergatori e commercianti capaci che si danno da fare per competere con le altre località dell’isola d’Ischia, d’Italia e del mondo. C’è una Casamicciola rinascente sulla “riviera” e sul porto commerciale e turistico. Al centro dell’isola d’Ischia, Casamicciola sviluppa la sua economia sul mare e punta ai collegamenti con Pozzuoli, Napoli e le isole Ponziane.

Gli alberghi sul mare come il Gran Paradiso, il CristalloL’approdo, la Stella MarisMarina 10Excelsior mare e i B&B della storica “collina degli alberghi” conservano il loro fascino di luoghi di relax e pace amati da turisti internazionali. Oggi come ieri. I negozi del colore locale fanno da contorno. Abbiamo “ferite” in questo rinascimento spontaneo: l’orrore dell’ex Pio Monte della Misericordia e dell’ex Capricho de Calise. Il bello ed il brutto come documenta lo splendido reportage fotografico di Giovan Giuseppe Lubrano nella splendida giornata della lunga estate a fine ottobre. É questa forte speranza di rinascimento consapevole e possibile che ci deve impegnare nella “ricostruzione sociale e morale” più importante di quella “materiale” e dobbiamo farlo da soli.

FOTO GIOVAN GIUSEPPE LUBRANO

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex