CRONACA

Casamicciola, ecco chi corre per i tavolati

Aperte le buste delle offerte tecnico-economiche per l’affidamento dei lotti agli stabilimenti balneari sul litorale. Due le candidature escluse per mancanza di documentazione

Ieri negli uffici comunali dell’ex Capricho di Calise sono state aperte le buste relative alla gara per l’assegnazione dei “tavolati” sul lungomare. A essere più precisi,  o meglio, usando i formalismi burocratici, parliamo dell’ “avviso pubblico di prequalificazione” per la “selezione dei soggetti interessati a una procedura ristretta per l’affidamento di un servizio di gestione di area attrezzata per posa tensostrutture e lettini su pedane, ai sensi dell’articolo 45 bis codice navigazione all’interno della concessione, nonché per l’affidamento della gestione di un chiosco-bar all’ottenimento delle autorizzazioni di legge. Il responso delle verifiche, nel dettaglio, è il seguente. Per il lotto B1.b tre domande, quelle dell’hotel Prestige, del Myflowers e della Nazareno Travel, tutte complete. Per il lotto B1.c sono risultate quattro domande: anche qui quelledell’hotel Prestige, del Myflowers, della Nazareno Travel a cui si aggiunge l’offerta dell’Acqua Marina, e pure in questo caso le offerte erano complete. Per il lotto B1.d sono giunte cinque offerte: complete quelle di Nazareno Travel, Myflowers, C.p.r. Srl, Prestige, mentre quella inoltrata da Mala Di Scotto Di Clemente è risultata mancante dell’avviso di prequalificazione sottoscritto.

Nel lotto B1.e risultato complete le offerte di Nazareno, Hotel Terme President, Cpr srl, Myflowers, Prestige, mentre mancava la documentazione di Angela Terzuoli e anche in questo caso mancava la sottoscrizione dell’avviso di prequalificazione per Mala Di Scotto Di Clemente. Cinque offerte per il lotto B1.f: per il Tramonto Srls, Myflowes, Prestige e Nazareno le documentazioni sono risultate complete, ma anche qui si è registrata la mancata sottoscrizione dell’avviso da parte di Mala Di Scotto Di Clemente. Una sola offerta, completa, per il lotto B5, quella del Baia Bagnitiello sas. Infine nel lotto F2 è risultata completa l’offerta della Regent, e mancante quella di Giovanni Pitone. In totale per i sette lotti sono giunte ventidue offerte complete, mentre altre tre sono mancanti dell’avviso di prequalificazione sottoscritto, mancanza che può comunque essere sanata e consentire ai candidati di concorrere all’assegnazione. Per le due offerte mancanti di documentazione l’iter finisce qui, con l’esclusione dalla gara.

La procedura verosimilmente si concluderà entro una settimana, visto l’incalzare della nuova stagione; gli stabilimenti balneari contano di essere potenzialmente operativi entro il mese prossimo: i termini dell’affidamento della gestione coprono un periodo di tempo di due anni, e precisamente dal 15 aprile fino al 15 ottobre degli anni 2019 e 2020, data di scadenza della concessione vigente. La determina firmata dal responsabile per l’area urbanistica indicaVA anche i canoni per i rispettivi lotti in questione: Lotto B3.a:   € 0.06654 x gg. 183 x 500 = € 6.088.41; Lotto B3.b:  € 0.06654 x gg. 183 x 284 =  € 3.458.22; Lotto B3.c:   € 0.06654 x gg. 183 x 500 =  € 6.088,41.  Le  modalità di scelta del contraente avverranno come detto con la procedura ristretta, mentre il criterio  di selezione delle offerte e quello dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 95 comma 2, del D.Lgs. n. 50/2016 e norme connesse e correlate. L’assegnatario del servizio per un singolo  lotto non potrà essere assegnatario di medesimi o similari servizi e dovrà rinunciare ad uno degli altri ulteriori lotti  se assegnati. Come si ricorderà, nell’avviso pubblico di prequalificazione venne precisato che nell’aggiudicazione della procedura di gara la commissione giudicatrice disporrà di un punteggio massimo pari a cento, ripartito in 80 punti per l’offerta tecnica e 20 per l’offerta economica. In sede di gara saranno assegnati dalla Commissione prioritariamente i punteggi relativi all’offerta tecnica presentata, e successivamente verificate le offerte economiche. Nel caso che un concorrente nell’assegnazione del punteggio tecnico non raggiunga un minimo di 35 punti, sarà escluso da prosieguo. In caso di parità complessiva di punteggio, al termine del procedimento si procederà al sorteggio.

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close