ARCHIVIO 5POLITICA

Casamicciola, il Comune chiede alla Regione la gestione del porto

CASAMICCIOLA TERME – La Giunta Comunale di Casamicciola ha approvato una Delibera con la quale la quale è stata avanzata la proposta del Sindaco, l’Ing. Giovan Battista Castagna, avente ad oggetto: “Avviamento con la regione Campania delle procedure per rilascio autorizzazione ai sensi dell’art.45 bis cod.nav alla soc.Unipersonale Marina di Casamicciola srl già affidataria dei servizi in ambito portuale”. In pratica quindi si chiede con l’approvazione di questa Delibera, l’affidamento della gestione del porto, quella che oggi è in capo al Comune di Casamicciola, alla società in house, Marina di Casamicciola. Il Comune termale, infatti, è co-titolare della concessione demaniale regionale  relativa al porto per la gestione delle attività di ormeggio congiuntamente alla società  Cala degli aragonesi; Negli ultimi periodi l’attività del Comune in materia di utilizzo dei beni demaniali marittimi si è notevolmente accresciuta, e l’amministrazione non può procedere, autonomamente e direttamente con il proprio personale allo svolgimento di tutte le attività connesse ad un’ordinata gestione, ma necessita di personale di ausilio. Pertanto come si legge anche nelle considerazioni in premessa dell’atto deliberativo, è necessario garantire la gestione dell’area non con proprio personale, ma avvalendosi della prestazione lavorativa del personale di società all’uopo organizzate, che tuttavia rispondono direttamente alle indicazioni del Comune termale; e che tale attività di collaborazione, regolata da apposita convenzione di servizio stipulata dal competente settore, viene esercitata in nome e per conto di del Comune, che pertanto potrà all’occorrenza sempre utilizzare i punti di ormeggio per le  attività pubbliche e sociali di interesse della comunità locale.

In tutto questo va considerato che Marina di Casamicciola è una società che è in liquidazione per un passivo in bilancio. Tramite il suo liquidatore, ha presentato un piano di risanamento, che detta delle condizioni per rimettere in sesto la società. Attualmente la società già espleta dei servizi al porto, così come all’eliporto, percependo dal Comune un canone mensile. Nel piano presentato e nella richiesta approvata con la Delibera di Giunta, quindi,  si prevede che accanto ai servizi già affidati a Marina di Casamicciola, riconducibili all’assistenza all’ormeggio, disormeggio e guardiania e i servizi di security nonché di fatturazione, che si svolgono presso le aree in concessione, debba addivenirsi alla concentrazione in capo alla medesima società anche della percezione delle tariffe di ormeggio ipotizzando un affidamento delle facoltà concessorie. Infatti, proprio nel piano del liquidatore, vi è come punto per giungere al risanamento del bilancio della società, quello di una gestione diretta del porto, che porterebbe certamente un beneficio dal punto di vista economico, e probabilmente anche per i servizi. Ovviamente la concessione, in tal caso viene concessa sempre dalla Regione e pertanto il primo passo da espletare è proprio quello di chiedere all’amministrazione regionale l’autorizzazione al rilascio di questa concessione. Successivamente vi sarà poi un passaggio consiliare per il vero e proprio affidamento alla società comunale.

 

Ecco la parte dispositiva della delibera:

Avviare con la regione Campania le procedure per una autorizzazione ai sensi dell’art. 45 bis cod. nav da rilasciare alla soc. Unipersonale Marina di Casamicciola Srl già affidataria con delibera di Consiglio comunale n. 11 del 19/6/2009 per espletamento dei servizi in ambito portuale, al fine di garantire l’esercizio unitario delle attività di cui alla concessione demaniale regionale n. 21/2008 rep. N. 763 relativa al porto di Casamicciola Terme per la gestione delle attività di ormeggio, anche con la percezione delle tariffe  di ormeggio;

Dare atto che nel caso di specie trattasi di affidamento in house providing, in cui il comune affida direttamente un contratto ad una società sottoposta al suo controllo analogo e che svolga l’attività prevalente a suo favore; e pertanto sottratta alle procedure  di evidenza pubblica come indicato nel decreto regionale n. 133/2010;

Acquisire, in base alla concessione demaniale in corso di validità, l’atto di assenso da parte della soc. società Cala degli Aragonesi in ordine all’affidamento ai sensi dell’art. 45 bis c.n., limitato alla sola porzione di area e specchio acqueo di pertinenza comunale;

 

Soddisfazione per questo primo passo è stata espressa dal Sindaco di Casamicciola Giovan Battista Castagna, che ha proposto la Delibera: «il nostro intento è quello di risanare Marina di Casamicciola e che il porto resti ai casamicciolesi e sia gestito sempre dall’amministrazione perché ci teniamo tantissimo. Noi come amministrazione, e c’è anche nel nostro programma elettorale, puntiamo molto sulla risorsa del porto, che deve essere un grande volano. Con la gestione diretta di Marina di Casamicciola, possiamo garantire il servizio e rimettere in sesto una società del Comune. Continua in questo modo la lunga opera di risanamento dei nostri bilanci cercando di erogare sempre i servizi ottimali» – ha concluso Giovan Battista Castagna.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close