ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5CRONACAPRIMO PIANO

Casamicciola, il costone continua a far paura: la denuncia di Savio

Non si è ancora spenta l’eco della spaventosa frana verificatasi nei giorni scorsi a ridosso dell’eliporto di Casamicciola e che ha spaccato in due tronconi l’isola d’Ischia causando enormi disagi per pedoni e automobilisti, che su segnalazioni di alcuni cittadini isolani siamo nuovamente costretti a denunciare la potenziale pericolosità del muraglione che costeggia la litoranea Casamiciola-Lacco Ameno. Infatti nei pressi del parcheggio ANAS sono ben due le situazioni di pericolo che secondo i più necessitano di un’immediata verifica da parte delle istituzioni competenti. La prima è relativa ad uno smottamento di piccola entità che si è verificato nel punto in cui da anni è  già presente la rete metallica. Uno smottamento probabilmente recente visto che a terra è ancora ammassato un cumulo di terra e detriti. La cosa che maggiormente preoccupa osservando questa parte di costone, è che la rete appare rigonfiata in più punti da altri smottamenti registratisi nel tempo. E allora cosa si aspetta a verificare la staticità di questo ampio tratto di costone sotto il quale, nonostante tutto, si consente il passaggio dei pedoni e il parcheggio delle auto? Aspettiamo prima che succeda l’irreparabile?

Per la cronaca ricordiamo che solo per un caso fortuito la frana registratasi nei pressi dell’eliporto,  non ha  causato morti, in quanto la litoranea è quotidianamente attraversata da migliaia e migliaia di pedoni e automobilisti. Ma qui, oltre al costone franoso, a preoccupare c’è anche l’adiacente muraglione le cui pietre presenti alla sommità appaiono staccate. Sono potenzialmente pericolose? Possono crollare? Cosa si aspetta a verificarlo ed eventualmente a metterle in sicurezza? Il Partito Comunista Italiano Marxista-Leninista guidato dal Segretario generale Domenico Savio, anche alla luce dì quanto accaduto nei giorni scorsi e onde scongiurare pericoli di nuove frane, fa appello al Sindaco di Casamicciola Giovan Battista Castagna e alla Città Metropolitana di Napoli  ad attivarsi immediatamente per mettere in essere tutte le necessarie verifiche statiche sulla parte di costone che dal parcheggio ANAS, costeggiando la litoranea,  giunge sino al Comune di Lacco Ameno.

Gennaro Savio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close