Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Casamicciola, primi “segni” di Ztl sul corso

Il display ubicato all’ingresso della futura area pedonale inizia a segnare “attivo” (per quanto non ancora in funzione) e questo già disincentiva molti automobilisti. Ecco i possibili orari di chiusura al traffico veicolare

Per adesso sono ancora prove tecniche di tramissione, ma è chiaro che se più indizi fanno una prova ormai dovrebbe essersi. E l’impressione, sempre rimanendo ai predetti indizi, è che ci troviamo davanti a un dispositivo che inizierà ad essere operativo e funzionare già dall’imminente autunno, senza dunque attendere l’inizio della prossima stagione turistica come di norma accade sulla nostra isola. La videosorveglianza sta per diventare realtà anche a Casamicciola Terme, dove sarà installata nella zona di Corso Luigi Manzi, contribuendo così a colmare una vistosa anomalia, quella di un’area pedonale che partendo dal Bar Calise si interrompeva di fatto all’altezza dell’ufficio postale. La zona a traffico limitato guardata a vista dall’occhio vigile del “grande fratello” servirà soprattutto a restituire decoro ad un’area affollata di bar e attività commerciali, ma dove fare una passeggiata spesso diventa impossibile dal momento che il manto stradale è perennemente occupato dal transito delle autovetture e sedersi a un tavolino per degustare un caffè può trasformarsi in un’esperienza non certo da tramandare ai posteri.

In questo fine settimana, il display luminoso ha già iniziato a riportare la scritta “Ztl attiva”, anche se a titolo puramente sperimentale, eppure i risultati si sono visti: molti cittadini, siano essi residenti che turisti, preoccupati da quella scritta hanno preferito non avventurarsi all’interno del corso dove guarda caso il flusso delle vetture è stato decisamente minore. Ma che cosa manca adesso per partire? Di prassi dovranno arrivare avviso alla cittadinanza e ordinanza ad hoc del comandante dei vigili urbani, che dovrà rendere edotti gli interessati anche sulle modalità con cui richiedere l’accesso alla zona a traffico limitato (che dovrebbe continuare ad essere garantito ai residenti, almeno che non si pensi anche – soprattutto nel periodo estivo – ad istituire una fascia oraria con lo “stop motori” assoluto). Nel frattempo, a voler dar credito a quanto appare sulla cartellonistica, sarebbero già state studiate tempistiche e fasce orarie in cui sarà valido il divieto di accesso nel cuore del Corso principale del paese. E dovrebbe trattarsi di un qualcosa di non eccessivamente “punitivo” per gli automobilisti che proprio non riescono a fare a meno della propria vettura: dal 1 giugno al 30 settembre il divieto di accesso dovrebbe essere valido dalle 18.30 alle 01.00 nei giorni feriali e dalle 10.30 alle 13 e dalle 18.30 alle 01.00 nei giorni festivi. Nel resto dell’anno, e dunque dal 1 ottobre fino al 31 maggio divieto nei soli giorni festivi nella fascia oraria compresa tra le 10.30 e le 13.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button