Statistiche
CRONACA

Casamicciola, varati i primi due concorsi

L’ente del Capricho ha pubblicato i bandi di due selezioni per rinforzare la pianta organica. In palio due posti di istruttore direttivo amministrativo, l’uno a tempo pieno, l’altro part time, ma entrambi a tempo indeterminato

Al Capricho lo avevano promesso. Ecco le prime selezioni per rimpolpare la pianta organica. Per il momento arrivano infatti i primi concorsi per due “posti fissi”, vale a dire a tempo indeterminato. Nel primo caso di tratta di una “selezione pubblica, per titoli ed esami, per la copertura di 1 posto di istruttore direttivo amministrativo- categoria d – a tempo indeterminato e pieno”, l’altro invece part-time per 12 ore settimanali, ma ugualmente a tempo indeterminato.

La domanda di ammissione, per entrambi i concorsi, redatta in carta semplice conformemente allo schema approvato con il bando, dovrà essere inviata per posta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento ovvero presentata a mano in busta chiusa all’ufficio protocollo dell’ente, per via telematica mediante posta elettronica certificata (PEC) protocollo@pec.comunecasamicciola.it. La data di spedizione della domanda è stabilita e comprovata dal timbro a data apposto all’ufficio postale accettante ovvero dalla posta elettronica certificata. L’indirizzo della casella PEC del mittente deve essere obbligatoriamente riconducibile, univocamente, all’aspirante candidato, invii effettuati da indirizzi e-mail non certificati non saranno ritenuti validi. Il termine per la presentazione della domanda, è perentorio e scadrà entro 30 giorni dal giorno successivo alla data di pubblicazione in Gazzetta Ufficiale- 4ª Serie Speciale – Concorsi Ed Esami.

Le prove d’esame consisteranno in una prova scritta ed una prova orale. Esse saranno precedute, in caso di presentazione di oltre 30 domande di partecipazione alla procedura concorsuale, da una preselezione con quesiti a risposta multipla

Le prove d’esame consisteranno in una prova scritta ed una prova orale. All’orale si provvederà inoltre ad accertare la conoscenza della lingua straniera inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (Posta elettronica, Internet, videoscrittura, foglio di calcolo). Le prove di esame saranno precedute, soltanto in caso di presentazione di oltre 30 domande di partecipazione alla procedura concorsuale, da una preselezione la cui correzione potrà anche eventualmente essere affidata ad una Società specializzata in selezione del personale e gestita con l’ausilio di sistemi di elaborazione elettronica dei dati.

La prova preselettiva, che consisterà nella risoluzione di un numero congruo di quesiti a risposta multipla chiusa sulle stesse materie oggetto delle prove di esame, è volta ad accertare, con le più ampie garanzie di imparzialità, trasparenza, oggettività e pari opportunità, l’attitudine dei candidati e la loro potenziale rispondenza alle caratteristiche proprie dell’attività lavorativa riferita al posto da ricoprire. Tra coloro che avranno sostenuto la preselezione, saranno ammessi a partecipare alla prove d’esame i 30 candidati che avranno ottenuto il miglior punteggio, fatte salve eventuali parità di collocazione all’ultimo posto utile e fermo restando, in ogni caso, che per il superamento della preselezione dovrà essere raggiunto il punteggio minimo pari a 21/30 per l’ammissione alle successive prove d’esame. Gli esonerati dall’eventuale prova preselettiva accedono di diritto alle prove d’esame successive e concorrono comunque al raggiungimento del predetto limite di 30 partecipanti alle stesse. Pertanto accedono alle prove d’esame i concorrenti esonerati dall’eventuale prova preselettiva ed i concorrenti che hanno ottenuto il miglior punteggio all’eventuale prova preselettiva superando in ogni caso il punteggio minimo pari a 21/30, fino al raggiungimento di un numero complessivo di 30 concorrenti. Il punteggio conseguito nella prova preselettiva non verrà in alcun modo preso in considerazione per la valutazione finale. Il Responsabile del settore Personale, con propria Determinazione, approva le risultanze della prova preselettiva trasmesse dalla Commissione e ne dà comunicazione esclusivamente mediante pubblicazione all’albo on line. Per l’effettuazione del quiz di cui al comma precedente, la Commissione può chiedere all’amministrazione di essere assistita da istituti o agenzie specializzate. Sono esonerati dall’eventuale prova preselettiva i concorrenti che hanno i requisiti previsti dall’art. 20 della Legge n. 104/1992. I candidati dovranno presentarsi muniti di idoneo documento di riconoscimento nella data, nell’ora e nella sede stabiliti.

Ads

La prova scritta si intenderà superata con la votazione minima di 21/30, mentre l prova orale si intenderà superata con la votazione minima di 21/30 ai fini dell’ammissione alla graduatoria finale. Per quanto riguarda il programma d’esame, la prova scritta consisterà in una redazione di un elaborato fra una o più delle seguenti materie e/o redazione di un atto nelle stesse materie: ordinamento degli Enti Locali (Testo Unico 18/08/2000, n. 267 e s.m.i.); normativa in materia di procedimento amministrativo: semplificazione, trasparenza, accesso, trattamento dei dati personali (L. 7/08/1990, n. 241, e s.m.i.; D.P.R n. 445/2000; D.Lgs.n. 196/2003 e Regolamento U.E.n. 2016/679 – GDPR); princìpi e nozioni generali in materia di ordinamento del lavoro alle dipendenze delle amministrazioni pubbliche, con particolare riferimento alla disciplina del rapporto di lavoro (D. Lgs. 165/2001); Contratto Nazionale di Lavoro del Comparto Regioni ed Autonomie Locali; responsabilità civile, penale, amministrativa, contabile e disciplinare del pubblico dipendente; diritti e doveri del pubblico dipendente; codice di comportamento dei dipendenti pubblici (DPR 62/2013 e s.m.i.). Nel corso della prova orale si provvederà inoltre ad accertare e valutare la conoscenza della lingua inglese e dell’uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse (Posta elettronica, Internet, videoscrittura, foglio di calcolo). La Commissione Esaminatrice dispone inoltre di un massimo di 10 punti per la valutazione dei titoli. Tale valutazione verrà effettuata dopo lo svolgimento della prova scritta e prima della prova orale, limitatamente ai candidati ammessi alla prova orale in virtù della votazione riportata alla prova scritta (minimo 21/30). Ai fini della valutazione, i titoli sono suddivisi in tre categorie ed in complessivi 10 punti ad essi riservati e sono così ripartiti: I Categoria – Titolo di studio punti 2; II Categoria – Titolo di servizio: punti 6; III Categoria – Curriculum formativo e professionale punti 2. Il totale è di quindi di dieci punti.

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x