CRONACA

Casamicciola, via alla selezione per un istruttore amministrativo-finanziario

l bando è comunque subordinato alla procedura di mobilità. L’assunzione sarà a tempo pieno e indeterminato

Al Capricho il responsabile dell’area tecnica ha varato il bando per la selezione di un istruttore direttivo amministrativo-finanziario. L’assunzione sarà a tempo pieno e indeterminato, categoria D, posizione economica D1. Si tratta comunque di un bando subordinato all’esito negativo della procedura di mobilità prevista dall’articolo 34-bis del Testo unico degli enti locali. Nel caso in cui il posto messo a concorso dovesse essere coperto con la citata procedura, il concorso resterà soltanto valido ai fini della formazione di graduatoria utilizzabile per eventuali assunzioni a copertura di posti che si dovessero rendere disponibili entro i limiti di efficacia temporale della graduatoria stessa, compatibilmente con le vigenti disposizioni in materia, senza che i candidati possano vantare in ogni caso nessuna pretesa nei confronti del Comune.

IL BANDO

Il bando consiste in 13 articoli, che illustrano i requisiti generali e specifici per l’ammissione, tra i quali il possesso di laurea magistrale o specialistica in Economia ovvero laurea (vecchio ordinamento) in Economia e Commercio o equipollenti. Le domande di partecipazione alla selezione, dovranno essere redatte esclusivamente utilizzando il facsimile scaricabile dal sito del Comune e dovranno pervenire entro le ore 13 del trentesimo giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

I candidati dovranno allegare alla domanda una copia fotostatica di un documento valido d’identità ed il proprio curriculum vitae debitamente sottoscritto contenente specifica indicazione di eventuali titoli dei quali si richiede la valutazione, che dovranno, in ogni caso, essere allegati in originale ovvero in copia autocertificata conforme all’originale ovvero essere oggetto di dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi del D.P.R. n. 445/2000. La domanda non è soggetta all’imposta di bollo. Eventuali irregolarità della domanda dovranno essere regolarizzate da parte del candidato entro il termine stabilito dall’Amministrazione. La mancata regolarizzazione della domanda comporta l’esclusione dalla selezione. La domanda di ammissione al concorso, redatta in carta semplice conformemente allo schema approvato con il bando, dovrà essere inviata per posta a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento ovvero presentata a mano all’ufficio protocollo dell’ente entro il termine fissato dal bando, per via telematica mediante posta elettronica certificata (Pec) protocollo@pec.comunecasamicciola.it

L’EVENTUALE PRESELEZIONE

Ads

Le prove di esame saranno precedute, soltanto in caso di presentazione di oltre 30 domande di partecipazione alla procedura concorsuale, da una preselezione la cui correzione potrà anche eventualmente essere affidata ad una Società specializzata in selezione del personale e gestita con l’ausilio di sistemi di elaborazione elettronica dei dati. L’eventuale preselezione consisterà in un questionario a risposta multipla avente ad oggetto le materie indicate come programma delle prove successive. Sono esonerati dall’eventuale prova preselettiva i concorrenti che hanno i requisiti previsti dall’art. 20 della Legge n. 104/1992.

Ads

Tra coloro che avranno sostenuto la preselezione, saranno ammessi a partecipare alla prove d’esame i 30 candidati che avranno ottenuto il miglior punteggio, fatte salve eventuali parità di collocazione all’ultimo posto utile e fermo restando, in ogni caso, che per il superamento della preselezione dovrà essere raggiunto il punteggio minimo pari a 21/30 per l’ammissione alle successive prove d’esame. Gli esonerati dall’eventuale prova preselettiva accedono di diritto alle prove d’esame successive e concorrono comunque al raggiungimento del predetto limite di 30 partecipanti alle stesse. Pertanto accedono alle prove d’esame i concorrenti esonerati dall’eventuale prova preselettiva ed i concorrenti che hanno ottenuto il miglior punteggio all’eventuale prova preselettiva superando in ogni caso il punteggio minimo pari a 21/30, fino al raggiungimento di un numero complessivo di 30 concorrenti. Il punteggio ottenuto nella prova preselettiva non concorre alla formazione della graduatoria finale di merito.

PROVE SCRITTE

Gli esami consisteranno in due prove scritte ed una prova orale.

Le prove scritte si intenderanno superate con la votazione minima di 21/30 per ciascuna prova.

La prova orale si intenderà superata con la votazione minima di 21/30 ai fini dell’ammissione alla graduatoria finale.

La prima prova scritta sarà costituita da quesiti a risposta multipla con risposte già predefinite sulle seguenti materie: elementi di diritto costituzionale ed amministrativo; elementi di diritto tributario e legislazione degli Enti Locali. La seconda prova scritta sarà costituita dalla redazione di un atto amministrativo attinente il profilo a concorso. La correzione delle prove potrà eventualmente essere affidata ad una Società specializzata in selezione del personale e gestita anche con l’ausilio di sistemi di elaborazione elettronica dei dati.

La prova orale verterà sugli argomenti delle prove scritte, nonché sui seguenti ulteriori argomenti: ordinamento degli Enti Locali (Testo Unico 18/08/2000, n. 267 e s.m.i.); normativa in materia di procedimento amministrativo: semplificazione, trasparenza, accesso, trattamento dei dati personali (L. 7/08/1990, n. 241, e s.m.i.; D.P.R n. 445/2000; D.Lgs.n. 196/2003 e Regolamento U.E. n. 2016/679 – GDPR); elementi sul rapporto di lavoro alle dipendenze delle pubbliche Amministrazioni (D.L.gs. 30/03/2001, n. 165, e s.m.i.); Contratto Nazionale di Lavoro del Comparto Regioni ed Autonomie Locali; responsabilità civile, penale, amministrativa, contabile e disciplinare del pubblico dipendente; diritti e doveri del pubblico dipendente; statuto del Comune.

La seconda prova scritta consisterà nella redazione di un atto amministrativo. Nel corso della prova orale verrà accertata la buona conoscenza della lingua inglese e degli strumenti informatici. La Commissione Esaminatrice disporrà di un massimo di 10 punti per la valutazione dei titoli.

Tale valutazione verrà effettuata dopo lo svolgimento della prova scritta e prima della prova orale, limitatamente ai candidati ammessi alla prova orale in virtù delle votazioni riportate alle prove scritte (minimo 21/30 per ciascuna prova).

PROVA ORALE

Saranno ammessi alla prova orale i candidati che avranno riportato un punteggio di almeno 21/30 in ciascuna delle prove scritte. Saranno dichiarati idonei i candidati che abbiano conseguito una votazione di almeno 21/30 nella prova orale. La votazione finale complessiva utile ai fini della formazione della graduatoria sarà espressa in centesimi e sarà data dalla somma delle singole votazioni ottenute alle due prove scritte (massimo 30 punti cadauna), della votazione ottenuta alla prova orale (max 30 punti) e del punteggio attribuito ai titoli (massimo 10 punti).

LA GRADUATORIA

La graduatoria finale di merito, che sarà approvata con Determinazione del Responsabile dell’Ufficio Personale, sarà formata secondo l’ordine decrescente di punteggio, determinato sulla base della votazione complessiva, data dalla somma dei punteggi ottenuti nelle prove scritte e nella prova orale nonché della valutazione dei titoli. In caso di parità di merito si terrà conto dei titoli di preferenza previsti dall’art. 7 del bando.

Sarà dichiarato vincitore il candidato collocato al primo posto della graduatoria, tenuto conto eventualmente delle preferenze in caso di parità di punteggio.

La stessa graduatoria avrà validità triennale, ovvero la validità prevista dalle norme vigenti alla data della sua approvazione.

Durante il periodo di vigenza la graduatoria degli idonei potrà essere utilizzata, ricorrendone la necessità, per assunzioni a tempo determinato del medesimo profilo. I candidati idonei assunti a tempo determinato manterranno in ogni caso il diritto all’eventuale successiva assunzione a tempo indeterminato secondo l’ordine di graduatoria, compatibilmente con la normativa vigente.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button