ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Casamicciola, via l’amianto dalle strade

Dalla Redazione

CASAMICCIOLA TERME. Più volte dalle colonne di questo quotidiano abbiamo denunciato il grave accumulo per le strade di Casamicciola di un materiale pericoloso come l’Eternit. Più volte l’attivo cittadino baranese, il carabiniere Michele D’Antonio, aveva documentato con le immagini la presenza in prossimità delle abitazioni e delle strade di ammassi di amianto, potenzialmente cancerogeni anche a distanza di chilometri. Lo stesso D’Antonio aveva protocollato più di un anno fa una nota a palazzo Bellavista, sollecitando la rimozione del materiale che da tempo è presente soprattutto in via Cretaio, Corso Vittorio Emanuele e via Santa Barbara.

Lo smaltimento di tale tipo di rifiuti contenenti amianto non poteva essere effettuato dall’Amca, la società partecipata che gestisce la raccolta dei normali rifiuti urbani. Serviva l’intervento di ditte specializzate, e finalmente il comune di Casamicciola, tramite un’apposita determina del responsabile del Demanio e del territorio, ha provveduto ad affidare l’incarico. Sarà la ditta 4C Ecosoluzioni Srl di Agropoli effettuare il prelievo, il trasporto e infine lo smaltimento dell’Eternit. La società della provincia di Salerno ha presentato un’offerta pari a 4300 euro oltre Iva per complessivi 5246 euro, quindi migliore  rispetto alla Ecogea che aveva proposto seimila euro. Sono queste le due imprese alle quali era stato chiesto un preventivo per rimuovere i circa trecento chili di Eternit abbandonati da ignoti e incivili sul territorio comunale di Casamicciola, senza pensare al gravissimo rischio per la salute pubblica.

La fabbricazione industriale dell’Eternit in Italia è durata fino ai primi anni ’90, con micidiali conseguenze non soltanto per gli operai che vi lavoravano a contatto, ma anche per i cittadini che si trovano ad essere nelle vicinanze di oggetti d’amianto lesionati le cui polveri letali si disperdono nell’aria. Dal momento che la malattia ha un tempo di incubazione di circa trent’anni, è purtroppo facile dedurre che un altissimo numero di persone corre tuttora pericoli per la salute. Ecco perché la legge stabilisce precise procedure per lo smaltimento di questo pericoloso materiale. Purtroppo ancora oggi ci s’imbatte in cumuli e scarti di materiale che ignoti e avventati utenti scaricano impunemente in improvvisate discariche abusive o, peggio, in zone molto trafficate e a pochi metri dalle abitazioni. È quello che avviene ancora oggi in vari luoghi dell’isola, non necessariamente isolati, dove non è affatto raro imbattersi in eternit abbandonato: lastre di rivestimento, vecchie canne fumarie, serbatoi. Finalmente, il comune di Casamicciola si è adoperato per quella che è a tutti gli effetti un’opera di messa in sicurezza del territorio e della salute pubblica. (foto di Michele D’Antonio)

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close