Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Caso Naiade, i sindaci scrivono a De Luca

Ischia. È stata sottoscritta dai sindaci di Ischia unitamente a quello di Procida una nota da indirizzare alla Regione Campania per chiedere il ripristino   sulla tratta Ischia- Napoli e viceversa della Naiade. Il traghetto  in questione, appartenente alla compagnia di navigazione della Caremar, infatti, è stato nei mesi scorsi sottoposto ad un lungo restyling, a seguito del quale, il mezzo è stato destinato esclusivamente a Capri, togliendo così alla nostra isola una delle pochissime navi dotate di attrezzatura adeguata per i disabili. Ecco il testo della lettera:

«Gentile Presidente, i sottoscritti Sindaci dei Comuni delle isole di Ischia e Procida intendono rappresentarle la discriminazione operata dalla Società CAREMAR S.p.A. nei confronti dei propri concittadini, fatto che, con l’approssimarsi della stagione turistica, diviene ancora maggiormente sentito perché colpisce gli ospiti meno fortunati che vengono sulle nostre isole a trascorrere un periodo di riposo, le persone a mobilita ridotta (PMR).

Infatti, nel rammentare che la citata società – privatizzata nel 2015 e titolare di contratto di servizio per l’espletamento dei collegamenti già effettuati dalla stessa quando era sotto controllo diretto della Regione Campar – ha in esercizio Nr. 2 TMV (traghetti veloci) e Nr.4 M/N (traghetti tradizionali) con due di questi ultimi non adeguati al trasporto delle PMR, operava secondo un programma di esercizio che, facendo ruotare sui diversi itinerari le due unità adeguate al trasporto delle PMR, assicurava un servizio di trasporto ritenuto comunque sufficiente, nelle more dei previsti adeguamenti da effettuare.

Di recente, purtroppo, abbiamo dovuto constatare  il comportamento discriminatorio della CAREMAR S.p.A. che, dopo la ristrutturazione della M/N NAIADE, una delle unità già adeguate al trasporto delle PMR, effettuata quest’inverno, ha escluso detta unità dalla rotazione sugli itinerari mantenendola solo sulla tratta Capri-Napoli/Castellammare, dove già operano le due unità veloci, di più recente costruzione ed anch’esse adeguate al trasporto delle PMR. Tale scelta ha assicurato sulla suddetta tratta il 100% delle corse con trasporto PMR.

Ciò però ha comportato che sulle corse della tratta Ischia-Procida-Napoli/Pozzuoli sono rimaste in esercizio tre motonavi di cui solo la M/N DRIADE è adeguata al trasporto delle PMR, in tal modo il servizio assicura trasporto delle PMR solo sul 33% delle corse, un crollo del tutto inaccettabile e pesantemente discriminatorio.

Ads

Pur considerato che é previsto l’adeguamento di tutte le unità sociali allo stato non rispondenti alle linee guida emanate da Codesta Amministrazione regionale, tenuto conto che sono necessari dei tempi tecnici non nulli. Le dobbiamo rappresentare con forza che nel frattempo non possiamo soggiacere alla discriminazione operata dalla CAREMAR S.p.A. verso le nostre comunità. Con la presente, pertanto, chiediamo il Suo autorevole intervento sull’argomento, anche in considerazione del controllo che opera la Regione Campania sul programma di esercizio della CAREMAR in forza del punto h) comma 4 dell’Art. 8 del Contratto di Servizio vigente. In attesa delle Sue rassicurazioni In merito, porgiamo cordiali saluti. I sindaci»

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button