LE OPINIONI

Castagna: la scuola riparte, che i ragazzi si prendano il futuro

L’appello del sindaco di Casamicciola a giovani e giovanissimi studenti della cittadina termale nel giorno in cui si torna tra i banchi a studiare

Sì, finalmente si ricomincia. La scuola riparte, e con essa riparte quello che è il motore assoluto, imprescindibile, più elevato di una società che vuol definirsi civile: la conoscenza. Anche quest’anno l’amministrazione comunale ha lavorato per garantire a tutti la migliore scuola possibile, dovendo fare i conti non più soltanto con le ferite lasciate dal sisma del 21 agosto 2017 ma anche con un subdolo nemico chiamato Covid-19. Ma alla fine, grazie anche alla collaborazione di tanti genitori e cittadini (che non mi stancherò mai di ringraziare, perché hanno dimostrato di essere protagonisti e non spettatori dello sviluppo della propria comunità e sono la vera risorsa del nostro paese) siamo riusciti a fare in modo che i giusti tasselli andassero a completare un pur complesso mosaico. Così come non posso non guardare, al pari di consiglieri ed assessori, con orgoglio alla realizzazione di una scuola dell’infanzia dell’immobile di via Oneso acquisito al patrimonio comunale. Un’operazione che, nella sua “genesi”, era stata guardata con scetticismo dai più e che invece è stata indicata come modello da seguire ed emulare dalla stessa Procura Generale. Un messaggio, questo, che prima ancora che il sottoscritto dovrebbe inorgoglire l’intera comunità, visto che proprio da Casamicciola siamo riusciti a indicare una strada maestra.

Certo, c’è ancora molto da lavorare e non ce lo nascondiamo, ma in una giornata che segna un momento importante come il ritorno tra i banchi di scuola dei nostri bambini e ragazzi, mi piace pensare solo a questo importante nuovo inizio. Che per me assume un valore particolare. Prima ancora che sindaco, sono un docente e in questi mesi più volte mi sono interrogato sulle tante anomalie del nostro paese. Dove si è parlato di riaprire stadi, discoteche e luoghi di intrattenimento, allentare questa o quella stretta e dove la scuola è finita troppo spesso ai margini di determinati ragionamenti. Eppure la scuola è e rimane una imprescindibile finestra verso il domani, un luogo di conoscenza e dove si trasmettono valori come solidarietà, uguaglianza e libertà. Ma soprattutto, dopo quanto accaduto in questi mesi, credo che nulla più della scuola possa rappresentare l’importanza di condividere spazi e luoghi e di potersi guardare negli occhi. Forse è davvero un nuovo inizio, che lo sia anche per la nostra Casamicciola. Un abbraccio a tutti gli studenti, che la scuola sia il trampolino per prendervi il futuro.

IL SINDACO

GIOVAN BATTISTA CASTAGNA

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button