ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Castagna e Pascale, missione romana: la priorità resta la ricostruzione

ISCHIA. Si è conclusa nel tardo pomeriggio la missione romana di Giovan Battista Castagna e Giacomo Pascale.  L’audizione si è svolta presso l’Ufficio di Presidenza della Commissione speciale per l’esame degli atti urgenti presentati dal Governo del Senato, nell’ambito dell’esame in sede referente del disegno di legge n. 435, a partire dal decreto legge 55/2018, riguardante le “ulteriori misure urgenti per gli eventi sismici dell’agosto 2016”.  Una spedizione che finalmente è riuscita finalmente a illuminare, agli occhi del legislatore, il dramma vissuto dalla nostra isola a partire dalla serata del 21 agosto di un anno fa. È stata depositata un’apposita relazione con le rispettive bozze di integrazione, firmata dai due primi cittadini, con cui si chiede la nomina di un Commissario con il quale interfacciarsi rapidamente per la programmazione e l’avvio della fase della ricostruzione, con poteri e risorse analoghi a quelli già previsti per il Centro Italia, oltre a un corposo elenco di proposte: la possibilità di procedere alla demo-ricostruzione a seguito degli studi di microzonizzazione sismica, la proroga del ristoro per il mancato gettito dell’Imu, la sospensione del pagamento e dell’effetto compensativo anche per la Tari, l’effettiva sospensione dei ratei dei mutui accesi presso la cassa depositi e prestiti, la proroga della sospensione dei pagamenti dei ratei dei mutui concessi ai privati, la proroga e la sospensione dei termini per adempiere a versamenti tributari e contributivi, la sospensione del pagamento del canone Rai, il ristoro per i danni cosiddetti indiretti, il rinnovo del provvedimento in favore del personale docente ed Ata dimorante nei Comuni del cratere da utilizzare sull’isola d’ Ischia anche per il prossimo anno scolastico, la possibilità per i Comuni di disporre di personale sufficiente ad affrontare emergenza e ricostruzione. Sono stati elencati tutti i disagi creati dal sisma di Ischia, evidenziando la disparità di trattamento rispetto ad altri territori terremotati che hanno sinora viaggiato su un binario preferenziale, riscontrando la solidarietà e la forte sensibilità di tutti i senatori in Commissione. Si è parlato di scuola, di studenti penalizzati dai doppi turni per un intero anno scolastico, di famiglie sfollate, ormai prive della propria abitazione, delle proprie consuetudini e del proprio lavoro, di un’economia turistica in ginocchio a causa del danno all’immagine patito, con conseguente chiusura di strutture ricettive e commerciali, di un patrimonio edilizio da recuperare e di intere frazioni da ricostruire e da restituire con solerzia alla comune fruizione con massima riduzione dei rischi. Anche Federalberghi e Confcommercio Imprese per l’Italia sono state ascoltate in Senato. Per Ischia è intervenuto Ermando Mennella: «Come Federalberghi Ischia insieme alle altre territoriali del centro Italia abbiamo presentato delle proposte di emendamenti per migliorare il provvedimento ed inserire anche i comuni di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Forio nel provvedimento», ha dichiarato il presidente della nostra Federalberghi. Adesso, si tratta di attendere la definitiva approvazione del disegno di legge, augurandoci che la maggior parte delle istanze ischitane vi siano ricomprese. Il nostro futuro immediato dipende anche da questo.

 

 

 

Annuncio

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close