CRONACAPRIMO PIANO

Castiglione, la replica del legale: «Nessun fallimento né asta»

Il Golfo ribadisce che il giudice ha fissato per febbraio la comparizione delle parti per procedere alla vendita del bene, nel frattempo un consulente è stato nominato per valutare la stima dello stesso

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

Egr. direttore editoriale Sig. Antonio Sasso, Egr. direttore responsabile Sig. Pasquale Clemente, Spettabile redazione,

la presente è in nome e per conto della Castiglione S.r.l. (p.i. 00305240632), in persona del l.r. p.t. Karl von Stohrer, elettivamente domiciliata presso lo studio in epigrafe, in forza di specifico mandato, al fine di rappresentarVi quanto segue. In data odierna (21.12.2019) sulla versione cartacea del quotidiano “Il Golfo”, fondato da Domenico Di Meglio e pubblicato quale supplemento al Roma, e presente anche sulla versione on line (https://www.ilgolfo24.it/178820- 2/) è apparso un articolo contenente notizie false e diffamatorie nei confronti della mia assistita. Detto articolo, addirittura in prima pagina, titola “IL PARCO CASTIGLIONE FINISCE ALL’ASTA”…”la vendita della struttura casamicciolese è stata fissata per febbraio 2020” e con il seguente sottotitolo: “Il custode nominato dal giudice fallimentare ha preso possesso della struttura ieri mattina. Intanto il fondo Elliot ha comprato il credito per 5 milioni di euro da Banca Intesa e chiederà l’assegnazione del bene in caso di esito infruttuoso dell’incanto”.

Medesime dichiarazioni diffamatorie proseguono a pagina 3 del Vs. quotidiano. In tale articolo vengono rappresentate circostanze del tutto false laddove viene sostenuto che sarebbe pendente una procedura di fallimento nei confronti della Società mia assistita, che sarebbe stata fissata la vendita all’asta della struttura e che il fondo Elliott avrebbe addirittura comprato il credito e sarebbe in procinto di chiedere l’assegnazione del bene; si tratta invero di notizie totalmente infondate, errate e prive di qualsivoglia riscontro. Così facendo il giornale da Voi diretto ha gettato discredito sulla società Castiglione ed, in ogni caso, l’immagine e la reputazione di quest’ultima viene gravemente ed inopinatamente lesa. Alla luce di tanto chiedo formalmente alla S.V., e comunque a chi di dovere, di provvedere, ai sensi dell’art. 8 della Legge n. 47/1948, alla pubblicazione della seguente dichiarazione a rettifica del contenuto del predetto articolo con pubblicazione in prima pagina ed a pagina 3 del Vs. quotidiano ed anche nella versione on line: «È completamente destituita di fondamento la notizia apparsa il 21.12.19 sul quotidiano “Il Golfo” riguardo il Parco Termale Castiglione. Non pende alcun tipo di procedura fallimentare, né alcuna asta è stata fissata, così come non ci risulta assolutamente l’acquisto di crediti da parte del fondo Elliott. Il Parco sta procedendo ad un consistente rafforzamento patrimoniale, dopo una fase di ristrutturazione, e il tutto porterà già all’inizio del 2020 ad importanti investimenti nella Struttura. Il Parco Termale Castiglione continuerà ad avere un ruolo primario nel mercato turistico/termale/alberghiero sull’isola d’Ischia.”. Ai sensi dell’art. 8 della Legge n. 47/1948 la predetta dichiarazione dovrà̀ essere pubblicata, entro due giorni dalla presente richiesta, in testa di pagina e nelle stesse pagine che hanno riportato le notizie cui si riferisce (e, pertanto, in prima e terza pagina) con le medesime caratteristiche tipografiche dell’articolo in oggetto; medesima pubblicazione dovrà avvenire nella versione on line del Vs. quotidiano. Certo della Vs. collaborazione, con riserva di agire nelle competenti sedi per la tutela del diritto e delle prerogative della mia assistita, ed in attesa di un Vs. cortese riscontro, porgo,

Distinti saluti.

Ads

Avv. Marco Mancini

Ads

RISPONDE GAETANO FERRANDINO – Prendiamo atto delle precisazioni dell’avv, Mancini e ribadiamo ancora una volta, con maggiori dettagli, quanto accaduto nella giornata di venerdì. In mattinata il custode giudiziario nominato dal giudice dell’esecuzione si è recato presso il Parco Termale Castiglione per un primo accesso. Lo stesso non ha potuto prendere possesso perché l’immobile è in campo alla società proprietaria esecutata in quanto la struttura è gestita da altra società, Le operazioni, dunque, sono consistite in una ricognizione sommaria degli atti. Vi è una esecuzione a distanza da parte di Intesa San Paolo assistita da una procuratrice che si chiama Intrium, società del fondo Elliott. Il giudice ha fissato per febbraio la comparizione delle parti per procedere alla vendita del bene, nel frattempo un consulente è stato nominato per valutare la stima dello stesso.

In ogni caso, esiste già un’altra procedura immobiliare pendente innanzi al Tribunale di Napoli. Prima di questa esecuzione, la società proprietaria dell’immobile, infatti, ha subito un pignoramento da altro creditore che si è rivolto al giudice chiedendo la vendita del bene. Nel caso di specie, il giudice della sezione espropriazioni immobiliari ha nominato un altro tecnico ed un altro perito e presumibilmente la procedura sarà unita all’altro.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button