POLITICA

Caterina Iacono: «Territorio vivibile e terremotati le nostre priorità»

Nella settimana che conduce alle elezioni amministrative di Casamicciola, il Golfo raccoglie le impressioni degli aspiranti sindaci. Iniziamo dalla candidata del Movimento 5 Stelle

Per la prima volta a Casamicciola è presente nella tornata elettorale il Movimento 5 stelle. Portavoce dei grillini e candidato sindaco l’architetto Caterina Iacono.  

Perché ha scelto di candidarsi? 

«È stata una scelta necessaria per dare un futuro diverso al nostro paese. La verità è che Casamicciola ha bisogno di una svolta. Le altre liste sono zeppe di personaggi della vecchia politica che hanno portato il nostro paese allo sfascio ancor prima del terremoto. Il Movimento 5 stelle di Casamicciola è composto da un gruppo di amici legati da valori comuni. Da anni lavoriamo sul territorio e la scelta di presentare una nostra lista è stata l’evoluzione naturale di un percorso, appunto, di anni. Gli amici del gruppo del Movimento 5 stelle di Casamicciola hanno indicato me come candidato sindaco ed io ho accettato questo onore ed onere». 

È la prima volta, appunto, che il Movimento 5 Stelle scende in campo alle amministrative a Casamicciola con il proprio simbolo. Che cosa si aspetta? 

«Mi aspetto una risposta positiva. I casamicciolesi devono capire che finalmente è arrivato il momento di uscire dai giochi della vecchia politica. Bisogna dire basta al voto di scambio basato su diritti fatti passare per piaceri e concessioni. È arrivato il momento di dare la possibilità ad una forza giovane e di Governo di poter fare qualcosa di buono per la nostra comunità. Per questo mi aspetto un segnale positivo che sia un premio per l’onestà» 

Annuncio

Il petrolio di Casamicciola è il turismo. Che cosa si può e si deve fare per un rilancio del turismo? 

«È necessaria una lenta ma necessaria detassazione per le imprese. I primis per quelle turistiche. Un paese come Casamicciola che vive di turismo non può lavorare solo quattro mesi l’anno. Per questo abbiamo pensato alla destagionalizzazione per fare vivere l’isola di Ischia ed in particolare Casamicciola per tutto l’anno. E non solo. Con i nostri rappresentanti in Parlamento Rosa D’Amato, Isabella Adinolfi, Piernicola Pedicini e Luigi Napolitano, abbiamo messo a punto, al di là dell’esito delle elezioni amministrative, la creazione di uno sportello per le imprese. Alcuni progettisti saranno presenti sull’isola gratuitamente per intercettare fondi comunitari per le imprese e per il Comune. È necessario pensare alla progettazione futura di Casamicciola con i fondi che l’Europa ci mette a disposizione anche se le amministrazioni passate non sono state capaci né di progettare né di chiedere ed ottenere fondi comunitari. E sempre a proposito di turismo proprio ieri con l’onorevole Teresa Manzo della commissione bilancio abbiamo incontrato i lavoratori stagionali. La richiesta è quella di eliminare la Naspi e ripristinare la indennità di disoccupazione». 

Casamicciola due anni fa è stata ferita dal sisma. Sta per partire la ricostruzione. Che cosa secondo lei deve fare l’amministrazione comunale? 

«Come Movimento 5 stelle rappresentiamo la forza di Governo per questo, nell’ambito della filiera Istituzionale, abbiamo un vantaggio rispetto agli altri. La nostra idea è quella di far ripartire Casamicciola riaprendo le strade e la zona rossa. Immediatamente devono essere eliminate le macerie che ancora stanno a terra e dare un vigore al processo di ricostruzione di Casamicciola. Nel contempo bisogna adottare il Puc ed il Puad. Il PUC è uno strumento di pianificazione urbanistico del Comune sostenuti dai vari regolamentati e piani comunali integrati, rivolti allo sviluppo sostenibile, da adottare con il metodo BIM – building information modeling –  per ottimizzare la pianificazione strategica, e realizzare gestioni efficienti nelle costruzioni e con procedure per standardizzare i servizi di qualità con sistemi di valutazione. Ed ancora il Puad ovvero il Piano di utilizzazione delle aree del demanio marittimo. Il comune di Casamicciola doveva procedere, per ciascuna tipologie di insediamento territoriale a stabilire le aree da destinare alla balneazione ed ai servizi nonché alle attrezzature connesse all’attività degli stabilimenti balneari per garantire azioni operative che salvaguardano diritti e doveri dei cittadini e operatori turistici. Ciò non è stato mai avviato nonostante le difficoltà che in questi ultimi anni hanno subito la cittadinanza che vale la pena di ricordare di essere un luogo balneare oltre che termale». 

Nei primi cento giorni di amministrazione che cosa farebbe? 

«Punterei alla vivibilità del nostro paese partendo da alcuni punti.  Abbiamo in mente di porre in essere delle misure per l’individuazione di fondi per l’installazione di punti di rete wifi libera, garantire l’accesso agli autobus nelle principali fermate alle persone disabili o anziane non deambulanti, regolamentare il gioco d’azzardo (slot machines e totem) e potenziare le campagne informative per prevenire il fenomeno della ludopatia. Ed ancora individuare spazi dove promuovere la socialità consentendo l’incontro tra gli anziani e i giovani in modo che possano trasmettersi alle nuove generazioni le tradizioni e le memorie che altrimenti andrebbero perse. E per quanto riguarda le fasce più deboli bisogna provvedere alla verifica ed integrazione del piano della mobilità per i disabili ed adottare un piano che miri alla promozione di centri diurni e notturni per anziani». 

Il primo provvedimento in assoluto quale sarebbe se fosse eletta sindaco? 

«I terremotati sono la nostra priorità. Ed i primi mesi di amministrazione comunali la nostra azione sarebbe dedicata tutta a loro per far ripartire la nostra comunità. E non solo. Vogliamo dar vita a processi virtuosi in temi ambientali, come ad esempio nel campo dei rifiuti. E poi ci sono delle aree come quelle del Pio Monte della Misericordia, per la quale da anni lotto, che gridano vendetta. C’è davvero tanto da fare per Casamicciola. Noi siamo pronti». 

Tags

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close