Statistiche
CULTURA & SOCIETA'

Celebrata ad Ischia la festa della Marina

Ieri mattina in Piazza Antica Reggia l'alza bandiera alla presenza delle autorità civili e militari

Una festa semplice e sentita quella organizzata dall’Associazione Marinai d’Italia, presieduta da Giorgio Brandi, insieme alla Guardia Costiera di Ischia per celebrare la festa della Marina. Ieri mattina si sono ritrovati tutti a Piazza Antica Reggia, lì dove insiste il monumento ai caduti in mare dove, al termine della cerimonia, è stata deposta una corona di fiori. In piazza la Banda Città d’Ischia che ha aperto i festeggiamenti con l’esecuzione di alcuni brani. Presenti i Sindaci di Ischia, Forio, Lacco Ameno e il vice Sindaco di Barano che hanno portato il loro augurio al Comandante della Guardia Costiera di Ischia, Tenente di Vascello Andrea Meloni e a tutto il Corpo presente in piazza. La cerimonia, come ogni domenica, è iniziata con l’Inno di Mameli, l’inno nazionale d’Italia che ha accompagnato il solenne alzabandiera. Tantissimi i turisti intervenuti.

“È da più di un quarto di secolo che  l’ alza bandiera unisce i marinai d’Italia ischitani e i tanti i turisti che apprezzano questo importante momento. Oggi ricorre il 101 anniversario di un gesto eroico che segnó la fine della prima guerra mondiale, l’azione di Permuda”.

Nel ricordo del presidente Brandi il ricordo di quello che fu un successo navale frutto del genio e della creatività degli uomini della Marina. L’azione di Premuda del 10 giugno 1918 sancì la supremazia italiana durante la Prima Guerra mondiale e fu l’ultimo capitolo di un duro conflitto. Fu proprio quell’ impresa che fece istituire, il 13 marzo 1939, la Giornata dedicata a una delle più significative e ardite azioni compiute dalla Regia Marina e da allora, ogni 10 giugno, la Marina Militare, celebra la Festa della Marina e l’eroica impresa del Comandante Luigi Rizzo e del Guardiamarina Giuseppe Asonzo che attaccarono una formazione navale austriaca nelle acque antistanti Premuda provocando l’affondamento della corazzata austriaca “Santo Stefano”. Presenti ieri in piazza a Ischia anche i soci dell’Anmi di Barletta per un gemellaggio. “Ci fa piacere – ha concluso il presidente Brandi – questa vicinanza per questa festa che sentiamo moltissimo”. A prendere la parola é stato poi il Sindaco di Ischia Enzo Ferrandino che ha sottolineato l’importanza, in questi tempi in cui non si alimentano scenari di guerra, di ricordare le gesta eroiche di tanti marinai che salvano migliaia di vite umane nel Mediterraneo. “Fondamentale vivere queste giornate – ha continuato il Sindaco – soprattutto in questo luogo in cui si vive rapporto viscerale con il mare. Ringraziamo la Guardia Costiera, che proprio in questi giorni compie 30 anni, sorretta egregiamente dal Comandante Meloni. È grazie al loro lavoro che possiamo vivere il rapporto con il mare in tutta sicurezza”.

Anche il Sindaco di Forio, Francesco Del Deo, ha ribadito l’importanza di celebrare questa giornata soprattutto alla presenza delle giovani generazioni, “la seconda guerra mondiale – ha detto ancora – è finita da appena 75 anni. Importante oggi inculcare in ognuno di noi questo sentimento dell’italia, che tutto il mondo si possa riunire in una sola patria per evitare guerre e violenze”.

Da parte del Sindaco di Lacco Ameno, Giacomo Pascale un ringraziamento alla Guardia Costiera e un augurio sentito, “che le nuove generazioni portino il ricordo di chi ha perso la vita per conquistare valori come quello della pace e della democrazia. Sotto la bandiera ci riconosciamo tutti. Evviva Ischia, evviva l’ Italia”.

Ads

Prima della deposizione della corona di fiori ai caduti, accompagnata dalla tromba che suonava il solenne silenzio, il discorso del Comandante Andrea Meloni. “Grazie ai Sindaci, ai colleghi delle forze armate, ai cugini vigili del fuoco protetti come noi da Santa Barbara. Vorrei dedicare questa festa a tutti i colleghi che ogni giorno prestano servizio lontano dalle famiglie e dagli affetti, che possano trovare il giusto conforto tra i colleghi. Il mio augurio in questa festa è che le associazioni sappiano continuare a trasmettere i valori di cui voi siete custodi e che noi giovani sappiamo farne tesoro. Grazie per l’importante ruolo che avete nella nostra forza armata”.

Ads

Foto Franco Trani

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x