CRONACAPRIMO PIANO

Cercasi nave per il trasporto dei rifiuti, ecco l’avviso del Cisi

Al via l’indagine di mercato con la quale, per il tramite del consorzio, i sindaci dei Comuni dell’isola d’Ischia cercano operatori interessati a svolgere il servizio dopo l’aumento ingiustificato delle tariffe da parte della Cotrasir

L’assemblea dei soci svoltasi martedì scorso presso il Comune di Ischia era stato un segnale chiaro ed inequivocabile. Sul trasporto dei rifiuti in terraferma i sindaci isolani hanno deciso di rompere gli indugi e dopo l’aumento ingiustificato delle tariffe praticato dal Cotrasir hanno deciso che è arrivata l’ora di mettersi in proprio e di utilizzare il Cisi come strumento giuridico in grado di procurarsi un vettore marittimo da utilizzare alla bisogna.

Non acquistandolo, almeno per adesso, ma provvedendo ad un noleggio. E così, rispettando anche le linee guida dell’ANAC relativa alle indicazioni sulle consultazioni preliminari di mercato, è stato emesso un avviso avente ad oggetto proprio la fornitura del servizio di trasporto rifiuti solidi urbani via mare. Nella nota si legge in premessa che il Cisi “intende instaurare una consultazione preliminare di mercato finalizzata ad acquisire informazioni circa l’esistenza di eventuali operatori in grado di offrire il servizio di trasporto dei rifiuti solidi urbani prodotti dai Comuni dell’isola d’Ischia” e poi si aggiunge che lo stesso consorzio “intende verificare la possibilità di noleggiare una nave per l’esecuzione del servizio”.

Gli interessati dovranno far pervenire le proposte di fattibilità all’ente guidato da Pierluca Ghirelli entro e non oltre il 16 dicembre, poi sarà valutata la sussistenza dei presupposti per l’oggetto del contratto e l’individuazione della migliore soluzione tecnica per la fornitura di quanto necessario

Ma quali sono i requisiti necessari per poter manifestare il proprio interesse? Si tratta di tutta una serie di questioni di natura tecnica (che leggete in una scheda a parte) ma in particolare gli interessi dovranno fornire “una descrizione sintetica della fattibilità del servizio dalla quale si evinca il possesso delle specifiche tecniche richieste o l’equivalenza rispetto alle stesse, unitamente alla descrizione e/o scheda tecnica delle unità navali proposte”, oltre a “eventuali proposte o soluzioni progettuali alternative”. Per la verità chi è interessato a proposi non è che abbia molto tempo per pensarci sopra, dal momento che “la proposta di fattibilità, che non costituisce offerta tecnica, dovrà pervenire entro e non oltre le ore 10 del giorno 16 dicembre 2019 all’indirizzo PEC cisi@arubapec.it … in esito alla ricezione, il Cisi valuterà la sussistenza dei presupposti per l’oggetto del contratto e l’opportuna procedura di selezione del contraente per l’individuazione della migliore soluzione tecnica per la fornitura di quanto necessario. La partecipazione a detta consultazione non determina aspettative né diritto alcuno e non rappresenta invito a proporre offerte, né impiega a nessun livello il Cisi nei confronti degli operatori economici interessanti, restando altresì fermo che l’acquisizione di quanto necessario alla fornitura del servizi oggetto della presente consultazione è subordinata ad apposita procedura che sarà espletata dal Cisi… Con la partecipazione l’operatore economico presta libero ed esplicito consenso al trattamento dei dati forniti”. Inoltre nell’avviso è spiegato che il consorzio “può interrompere, sospendere o revocare la consultazione preliminare di mercato, nonché interrompere la consultazione di uno, o più operatori economici, in qualsiasi momento, senza incorrere in alcun tipo di responsabilità.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Controllare Anche
Close
Back to top button
Close