CULTURA & SOCIETA'

C’est magnifique, a Lacco Ameno la serata evento per Gaetano Altieri

Tanti gli ospiti amici del barone Altieri, l’appuntamento in piazza Santa Restituta il prossimo 12 luglio alle 20.30

Peppino di Capri, Gino Rivieccio , Pietra Montecorvino, Eugenio Bennato, Monica Sarnelli, Gianni Conte, Mara Venier. Sono solo alcuni dei nomi che saliranno sul palco, il prossimo 12 luglio, in Piazza Santa Restituta a Lacco Ameno, per omaggiare l’indimenticato barone Gaetano Altieri. Amico di Ischia e della musica. Una serata organizzata dal Comune di Lacco Ameno con la fondazione Santobono Pausillipon. “Aspettiamo un altro grande appuntamento, una serata di musica che sarà magnifique.

Tanti gli amici dell’indimenticabile Gaetano Altieri, innamorato dell’isola e di Lacco Ameno! Andiamo avanti!”. Così entusiasta il Sindaco Giacomo Pascale. Venuto a mancare nel 2016 restano indelebili  le tracce lasciate dal Barone, presidente onorario di una delle manifestazioni più seguite dell’estate isolana, “Ischia jazz” per lui, ogni volta, una reunion di amici a suon di musica. Instancabile, sempre entusiasta di quel mondo, si aggirava nei corridoi del Regina Isabella con Peppino Di Capri. Grande tra di loro il rapporto di complicità, quella che solo gli amici di vecchia data riescono ad avere. L’emozione di ritornare dopo anni, a fare un concerto sull’isola d’Ischia, era sentita da entrambi. Da giovane Gaetano Altieri era un agente di commercio, il settore era quello della moda. Dagli inizi degli anni settanta fu, infatti, tra i fondatori del Cis di Nola e rappresentante di diverse aziende. Non poteva che essere Ischia il luogo da scegliere per trascorrere le vacanze estive e così, come succede a molti, l’isola affascinò Altieri che, con moglie e figli, decise di mettervi le radici. È proprio qui sull’isola che ha riscoperto il mondo della musica jazz, un mondo che tenne legati Altieri e suo padre, un musicista, e al mondo dello spettacolo che, all’epoca, era di casa nei migliori salotti ischitani. Amico di grandi come Gino Paoli, Peppino di Capri, Roberto Murolo e recentemente di Stefano Bollani che lui soprannominò “il principe d’Ischia”, appellativo portato con orgoglio dal musicista jazz , iniziò a organizzare feste ed eventi nella sua casa che, sin da subito, divenne punto d’incontro di un via vai continuo di artisti. Non solo musica, ma Fred Bongusto, Renzo Arbore, Gino Rivieggio, i De Filippo e tanti altri erano legati al Barone Altieri da una profonda amicizia e le loro serate erano allietate dalla famosa “pasta e patata blues” di sua moglie Adriana.

In queste ore dopo l’annuncio della sua morte si sono susseguiti i ricordi felici con il Barone come quando Paolo Conte suonò in privato a casa sua; era un jazzofilo incallito. «Mi ci aveva portato il mio caro amico dottor Michele Mazzarella, – si legge in un’intervista rilasciata al Corriere del Mezzogiorno – un ottimo chitarrista e ricordo una sera in cui mi avevano procurato un piccolo vibrafono, un Jenko americano, un vero residuato bellico, che però aveva un suono magnifico. Che bella jam che facemmo». E’ la musica tutta che al Sud ha perso uno dei più formidabili organizzatori di eventi, di incontri, di confronti per la crescita della cultura musicale. A seguito di un improvviso attacco cardiaco, Gaetano Altieri fu ricoverato nella clinica Mediterranea lì dove, a ottantadue anni è spirato lasciando sua moglie Adriana, i figli Maria Elena, Giuliano, Gianluca e Diego e un gran numero di amici che manterranno vivo il suo ricordo per sempre. A nemmeno un anno alla sua scomparsa Brunello Canessa, insieme con la Pro Loco e il comune di Lacco Ameno gli dedicarono, era il 2017, un evento. Parliamo del festival del blues “Gaetano Altieri” che, per la sua prima edizione si tenne, tra piazza Santa Restituta e piazzetta Pontile. Dopo un anno di stop, ecco l’evento dell’estate nel segno della musica, proprio come piaceva a lui.

Articoli Correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close