ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Chiesa di san Girolamo, al via i lavori di ristrutturazione

di Sara Mattera

ISCHIA – Si rimette a nuovo la chiesa della Madonna della Pace di Ischia. Da qualche giorno, infatti, nel centralissimo edificio conosciuto anche come chiesa di San Girolamo e nell’omonima piazzetta, alcuni operai hanno avviato una serie di lavori di restyling degli interni. Un’opera capillare che vedrà la chiesetta di Ischia essere ristrutturata da cima a fondo dopo tanta attesa.  Gli ultimi interventi di rifacimento dell’edificio risalirebbero, infatti, a diverso tempo fa quando vennero apportate alcune modifiche strutturali alla chiesa per adeguarle alle aree esterne. Con il passare degli anni, poi, l’edificio è andato soggetto ad una lenta fatiscenza che ha compromesso anche gran parte della facciata esterna. Non molto è trapelato da chi di competenza sul  progetto di ristrutturazione, ma quel che è certo è che la pavimentazione della navata principale sarà completamente rimessa a nuovo, così come verranno ristrutturate anche le aree laterali della chiesa.  Nessuna stima per ora neppure sul completamento dell’opera. Dati i numerosi interventi da effettuare all’interno dell’edificio, la stessa ditta operaria non si è sbilanciata troppo a tal proposito. L’opera di ristrutturazione potrebbe quindi protrarsi a lungo.

L’obiettivo, comunque, è quello di riportare in auge lo splendore della Chiesa ischitana che da diverso tempo aveva chiuso i battenti ai fedeli con l’estrema delusione anche di tanti turisti che, imbattendosi nell’edificio, sono stati impossibilitati a visionarlo. La chiesa di San Girolamo, infatti, ha sempre catalizzato l’attenzione di numerosi visitatori e fedeli anche per le sue peculiarità strutturali e storiche. Fondata nel lontano 1301 e donata negli anni ’40 del 500 dal municipio di Ischia ai frati di Santa Maria della Scala, la chiesa è stata poi gestita dalle suore Figlie della Chiesa dell’annesso convento, che in questi  anni sono riuscite a catalizzare l’attenzione di numerosi fedeli e visitatori. Ricordiamo, inoltre, che all’esterno della chiesa si trova una lapide commemorativa di Vittoria Colonna e Ferrante d’Avalos, un ricordo ai caduti in guerra e un memoriale delle vittime della frana del Monte Vezzi. Non ci resta, quindi, che attendere il completamento della ristrutturazione.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close