Statistiche
ARCHIVIO 4ARCHIVIO 5

In ogni Chiesa ieri solennità del Cuore Immacolato di Maria

In tutta la Chiesa universale ieri sabato 9 giugno la festività del Cuore Immacolato di Maria istituita nel 1944 per ricordare la consacrazione dell’umanità al Cuore Immacolato di Maria eseguita dal Venerabile Papa Pio XII nel 1942 su richiesta di Suor Lucia di Fatima, durante la seconda guerra mondiale; inizialmente fu fissata all’ottava dell’Assunzione di Maria, il 22 agosto. Poi con la riforma liturgica successiva al Concilio Vaticano II, fu spostata al sabato della  seconda settimana dopo Pentecoste, subito dopo la solennità del Sacro Cuore di Gesù. Infatti, la festa del Sacro Cuore cade il venerdì dopo la seconda domenica dopo Pentecoste e coincide pertanto con l’ottavo giorno dopo il Corpus Domini, se quest’ultimo si festeggia di giovedì. Si tratta perciò di una festa mobile, la cui data, che dipende dalla data della Pasqua, può variare tra il 29 maggio e il 2 luglio. Il giorno seguente sabato, appunto, si celebra la memoria del Cuore Immacolato di Maria, che è rappresentato circondato da una corona di fiori, simbolo di purezza, e trapassato da una spada, in riferimento all’indicibile dolore che Maria, Corredentrice e Mediatrice, provò per la morte del Figlio, così come profetizzato da Simeone alla Presentazione al Tempio: “E anche a te una spada trafiggerà l’anima”(San Luca 2,35). Meditiamo questa importante memoria con le parole stesse della Madonna a don Stefano Gobbi (pag. 993 del noto volume ‘Ai Sacerdoti figli prediletti della Madonna, con imprimatur della Chiesa): – In questi anni difficili e dolorosi, Io apro soprattutto ai miei giovani il rifugio del mio Cuore Immacolato. Il mio Cuore di Mamma diventa così per voi il vostro sicuro rifugio, in cui Io vi raccolgo, come in un nuovo Cenacolo spirituale, per ottenere il dono dello Spirito Santo, che vi trasformi in Apostoli della seconda evangelizzazione. Così, per mezzo di voi, alla fine il mio Cuore Immacolato trionferà  -. Nella nostra diocesi è, altresì, una memoria molto viva, in quanto il 13 ottobre dell’anno scorso l’eminente Vescovo mons. Pietro Lagnese ha rinnovato la consacrazione dell’isola d’Ischia al Cuore Immacolato di Maria SS NS di Fatima. Dunque la diocesi è, pur nelle prove inevitabili, nel Rifugio sicuro, divino, della Madre di Dio e della Chiesa.

*Pasquale Baldino – Responsabile diocesano Cenacoli Mariani, docente Liceo, poeta (e-mail: prof.pasqualebaldino@libero.it)

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x