CRONACA

Chiude Villa Arbusto, il museo necessita di lavori

La necessità di aggiornare il sistema antifurto della celebre struttura lacchese potrebbe comportare la chiusura della struttura già dal 15 gennaio fino a data da stabilirsi

Il museo di Villa Arbusto è un forziere di tesori dell’antichità, un piccolo tempio di conoscenza che concede ai tanti esploratori delle meraviglie archeologiche di poter ammirare alcune delle testimonianze più preziose del nostro passato. Proprio qui a Ischia l’archeologo Giorgio Buchner rinvenne nella necropoli di San Montano la meravigliosa Coppa di Nestore, una kotyle di uso quotidiano su cui fu vergata, più di 2.700 anni fa, un’incisione che permette di riconoscere Ischia come la più antica colonia greca d’occidente. Sempre tra le mura di Villa Arbusto, che tra i tanti tesori custodisce anche un museo alla memoria di Angelo Rizzoli, tanti visitatori sono giunti per ammirare il Cratere del Naufragio, un capolavoro raro, tra i più antichi vasi mai rinvenuti in Italia, un vaso bello e terribile che contende con la Coppa di Nestore il primato del vaso più importante custodito a Villa Arbusto.

Reperti meravigliosi, rari e preziosi che in questo inverno non si trovano a Lacco Ameno ma sul continente a dare lustro a mostre di prestigio internazionale. La Coppa di Nestore è a Londra al British Museum fino all’8 marzo per la mostra “Troy”. Anche il Cratere del naufragio non è a Lacco Ameno: impreziosisce la mostra allestita al Mann di Napoli “Thalassa. Mare, mito, storia ed archeologia”. Approfittando di queste importanti prestiti e cercando di sfruttare al meglio il periodo invernale meno movimentato, il museo di Villa Arbusto di Lacco Ameno potrebbe rimanere chiuso già a partire dalla settimana prossima e per un tempo anche da determinare. Reperti di tale importanza richiedono un sistema antifurto al passo con i tempi e da tempo la ditta che ha montato il sistema che difende il museo da eventuali malintenzionati aveva comunicato l’esigenza di stare al passo con i tempi. Tra le tante impellenze, il Commissario prefettizio ha incaricato il Comandante della Polizia Municipale di Lacco Ameno, Raffaele Monti, di occuparsene. Nei prossimi giorni dovrebbe essere diramato un comunicato ufficiale dagli uffici del Municipio di Santa Restituta per conoscere tutti i dettagli dell’operazione di manutenzione e adeguamento dei sistemi di sicurezza. Non c’è quindi migliore occasione per effettuare importanti lavori al museo.

Con buona probabilità il museo potrebbe chiudere i battenti già a partire dal 15 gennaio. Martedì 14, infatti, i ragazzi che effettuano servizio civile che si sono impegnati a mantenere vivo ed efficiente il museo di Lacco Ameno, concludono il loro servizio e con il saluto dei giovani custodi degli altri meravigliosi reperti che arricchiscono il museo verrà meno un importante presidio per il punto di riferimento culturale del comune di Lacco Ameno.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex