Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Code allo sportello, Equitalia risponde ai sindaci dell’isola

ISCHIA. I sindaci chiamano, Equitalia (finalmente) risponde. Come si ricorderà, il mese scorso illustrammo i disagi che gli isolani sono costretti a vivere a causa della società di riscossione dei tributi, la cui unica sede ischitana – sita nel Comune di Casamiccola Terme – era aperta al pubblico soltanto il martedì e il giovedì. In un caso come nell’altro, gli sportelli restano attivi nella sola fascia mattutina, come chiaramente esposto nell’avviso posto all’ingresso della filiale di via Cumana. Se ciò non bastasse, nella medesima nota si leggeva che «in caso di eccessivo afflusso di pubblico, potrebbe rendersi necessaria, per ragioni operative e di sicurezza, la sospensione anticipata dell’erogazione dei ticket». Una situazione assurda e insostenibile, un vero inferno per i contribuenti isolani, i meno fortunati dei quali sono stati costretti a tornare allo sportello più volte.

Il sindaco di Forio, Francesco Del Deo, fattosi portavoce dei colleghi isolani, aveva quindi inviato una missiva all’indirizzo dell’attuale commissario straordinario di Equitalia, l’avvocato Ernesto Maria Ruffini. Nella lettera  oltre alla richiesta di intervenire con somma urgenza per risolvere la questione, emergeva la volontà da parte del sindaco Del Deo di mettere a disposizione di Equitalia uno sportello temporaneo a Forio per far fronte alle esigenze dei contribuenti, oltremodo umiliati da questa autentica emorragia, generata anche dall’evidente carenza di personale. Dopo aver illustrato gli inenarrabili disagi degli utenti, la lettera si chiudeva con l’esplicita richiesta volta a ottenere l’apertura dello sportello Equitalia di Casamicciola Terme tutti i giorni e non solo il martedì e giovedì, almeno fino al termine di scadenza dell’adesione alla definizione agevolata del contenzioso tributario (la cosiddetta rottamazione delle cartelle) dal momento che esso risulta l’unico sportello dell’isola.

Dopo tre settimane è giunta la risposta del Commissario Ruffini. Nella missiva si legge che «a decorrere dal 5 aprile scorso, abbiamo previsto un ulteriore giorno di apertura dello sportello di Casamicciola Terme rispetto alla normale programmazione (mercoledì dalle ore 8.15 alle ore 13.15) al fine di far fronte alla massiccia affluenza di contribuenti che intendono aderire alla definizione agevolata, prorogata con D.L. 36/2017 al 21 aprile p.v.». Il commissario straordinario continua informando che sono stati attivati anche nuovi strumenti telematici che sostituiscono a tutti gli effetti lo sportello fisico. Adesso infatti la domanda di adesione alla rottamazione delle cartelle può essere presentata da ciascun contribuente accedendo direttamente alla propria “area riservata” del portale di Equitalia utilizzando le credenziali Spid, Agenzia delle Entrate, Inps, Carta nazionale dei Servizi «oppure, qualora non si fosse non possesso delle predette credenziali, anche inviando l’apposito modulo con una semplice e-mail (Pec o ordinaria)». L’avvocato Ruffini ha inoltre comunicato che in alternativa è comunque possibile delegare un intermediario fiscale  abilitato dall’Agenzia delle entrate, quali i Caf, i commercialisti o i consulenti del lavoro, per i quali è stata recentemente realizzata “EquiPro”, una nuova piattaforma digitale contenente nuovi e più moderni servizi telematici finalizzati a semplificare e ad accelerare le attività che i professionisti svolgono per i contribuenti, interfacciandosi con l’agente della riscossione.  «Allo stato – continua il Commissario – stiamo costatando che sempre più contribuenti utilizzano i canali informatici, accedendo dal portale alla propria “area riservata” per verificare la propria posizione debitoria, richiedere una rateizzazione o inviare la domanda di adesione alla definizione agevolata». In pratica, allo scopo di decongestionare gli sportelli e alleviare in parte la pressione sulle proprie sedi fisiche, la società invita a fare maggior uso dei canali alternativi. La missiva infatti conclude dicendo: «Confidiamo nel fatto che la diffusione dell’informazione su questi innovativi servizi telematici messi a disposizione dell’utente, la collaborazione con il mondo della consulenza fiscale, nonché il prolungamento dell’orario di apertura degli sportelli e, nel caso specifico, l’aggiunta di un’ulteriore apertura settimanale possano ridurre l’affluenza dei cittadini agli sportelli, ripristinando una situazione di normalità e riducendo i disagi per i contribuenti».

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button