Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Comune contro Acqurdotto, alberi pericolosi vanno abbattuti

ISCHIA. Sindaco contro acquedotto. Succede a Ischia, dove nel mirino del primo cittadino Enzo Ferrandino finiscono alcuni alberi che costituiscono evidentemente un pericolo serio per la pubblica e privata incolumità. Così, con l’ordinanza n. 159 emessa proprio nella giornata di ieri, il sindaco ha ordinato “al sig. Petrone Michele, in qualità di responsabile di zona isole flegree dell’Acquedotto Campano ed a chiunque altro coobbligato, di provvedere ad horas al taglio immediato degli alberi di cui trattasi, secondo le disposizioni del dott. Agrario Francesco Mattera che dovrà dirigerne l’abbattimento a farsi con ditta idonea e autorizzata a tali lavori, al fine della salvaguardia della pubblica e privata incolumità e di comunicare poi l’avvenuta eliminazione dello stato di pericolo, all’ufficio comunale servizio 7, funzionario ing. Marco Minicucci”.

In realtà la vicenda di cui vi esplichiamo alcuni dettagli ha origini tutt’altro che recenti. Tutto parte da un accertamento eseguito dal Corpo Forestale dello Stato nell’ottobre 2016 e dal quale si evinceva che a Ischia in località via nuova dei Conti all’interno di una proprietà della Regione Campania si trovavano alcuni pini che abbisognavano dell’accertamento di un agronomo abilitato, chiamato poi a informare il Comune sugli eventuali adempimenti da compiere. Pochi giorni dopo sul posto giunsero anche i vigili del fuoco i quali constatarono che proprio da un albero si era staccato un grosso ramo adagiatosi al suolo in zona perimetrale della proprietà demaniale denominata acquedotto. Ed anche i pompieri chiesero una ulteriore verifica. La relazione del dott. Mattera però arriva soltanto a settembre 2018 e viene acquisita al protocollo comunale lo scorso 5 ottobre. Il tecnico scrive che “nella proprietà del sito acquedottistico di via Nuova dei Conti n. 26, sono raficati 2 pini d’aleppo e 1 pioppo che sottoposti a valutazione statica secondo la metodologia VTA (visual tree assetment) che individua alberi fortemente instabili e non sostenibili, molto pericolosi e dannosi nei riguardi dei siti vulnerabili di valenza pubblica e/o privata. Pertanto per i suddetti 3 alberi si prescrive con urgenza l’abbattimento e la successiva sostituzione secondo la normativa regolamentare vigente per il territorio del Comune di Ischia, il tutto per il ripristino di normali condizioni di sicurezza pubblica e privata del luogo”.

Di qui, insomma, la necessità di procedere inesorabilmente al taglio di dette piante. Nell’ordinanza del sindaco, lo stesso sottolinea anche che il sig. Petrone Michele dovrà provvedere a piantumare sei esemplari della stessa specie e nella medesima zona degli alberi abbattuti entro e non oltre il termine di venti giorni a far data da oggi.

 

 

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex