Statistiche
CRONACA

Concessioni demaniali, un passo avanti ed uno indietro

Sull’argomento interviene il Presidente Maurizio Frantellizzi che si chiede cosa abbia provocato il repentino rallentamento di un procedimento che sembrava in dirittura d’arrivo

Sul rilascio delle concessioni demaniali, dopo la fumata bianca dell’Amministrazione comunale della scorsa settimana, che aveva rasserenato gli animi degli operatori interessati, qualche cosa sembra essersi fermato nel percorso amministrativo tanto che, nella giornata di ieri, Maurizio Frantellizzi, presidente Casartigiani Procida, è intervenuto con una dura nota.

“Nei giorni scorsi – dice il Presidente Frantellizzi – Casartigiani Procida ha accolto con soddisfazione la volontà dell’Amministrazione comunale a rilasciare le concessioni demaniali fino al 2033. Purtroppo, ad oggi, dobbiamo constatare che, nonostante anche il Consiglio Comunale si sia espresso unanimemente su di un ordine del giorno di indirizzo proposto dal gruppo di minoranza “Procida per tutti”, è stato fatto un preoccupante passo indietro in quanto gli atti non sono stati ancora predisposti dagli Uffici preposti e gli operatori economici, in primo luogo gli stabilimenti balneari, ancora attendono e navigano in un mare di profonda incertezza. Cosa è accaduto in questa settimana per frenare un procedimento che sembrava oramai definito?

Nel mentre gli operatori non possono avviare i lavori di piccole manutenzioni necessari per farsi trovare pronti all’imminente stagione estiva; non possono pianificare una stagione estiva già resa complessa dalla pandemia da covid e che, di fatto, ha bloccato il lavoro per gli impianti sciistici; non sono in grado di accogliere le prenotazioni, che anche sull’onda di “Procida Capitale italiana della cultura 2022” e il forte interesse mediatico, stanno innescando.

In più, ad oggi, nessuno ha ritenuto informare/condividere con le associazioni di categoria i progetti e gli aspetti organizzativi che da tempo chiediamo vengano posti al centro della discussione, in primo luogo avviare un serio e fattivo progetto che metta in sicurezza i costoni (Ciraccio-Ciracciello, Chiaia, Marina Grande – località Grotte) affinché tenda ad aumentare e stabilizzare l’arenile della spiaggia del Lungomare Cristoforo Colombo.

Sappiamo che sarà un percorso lungo ma, nel mentre, chiediamo fortemente che sin da subito si possano avviare anche piccoli interventi di manutenzione attiva dell’arenile così da far fronte ai continui movimenti che il gioco delle correnti determina con ammancamenti, anche consistenti, che, qualora si verificassero nel periodo estivo (così come si verifica oggi) determinerebbero gravi problematiche alle attività commerciali, ai turisti ed all’immagine complessiva dell’isola.

Ads

Riteniamo altresì – continua Frantellizzi – che già nelle condizioni attuali e in osservanza dei protocolli Covid-19, ed ancor di più in prospettiva, occorre dotare l’intera area della Chiaiolella e più in generale le zone antistanti le spiagge dell’isola, di servizi adeguati per i fruitori delle spiagge libere: pulizia costante e continua degli arenili da aprile a settembre; postazioni W.C. e docce adeguatamente controllate e pulite; sistema di contenimento dei rifiuti portati dal mare, anche attraverso l’utilizzo di barriere e mezzi navali; miglioramento delle discese a mare anche per i diversamente abili; sistema di parcheggio; aumentare la frequenza delle corse del trasporto pubblico locale; servizio raccolta rifiuti solidi urbani; un centro mobile medico; bagnini e sicurezza in mare.

Ads

L’auspicio di Casartigiani Procida – conclude Maurizio Frantellizzi – è che si tratti di questioni risolvibili nel breve. Il futuro di Procida dipende anche da questo!”.

Articoli Correlati

0 0 vota
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x