Statistiche
ARCHIVIOPOLITICA

Concorsi e intrighi sull’asse Ischia-Forio

ISCHIA – E’ una storia complessa, decisamente complessa, la cui ricostruzione cronologica convince ben poco. E che dunque, detto per inciso, presenta troppi “buchi neri”. E che inevitabilmente ci pone nella condizione di dover richiamare il famoso motto andreottiano secondo il quale “a pensar male si fa peccato ma spesso si indovina”. Tutto ha inizio da una delibera di giunta municipale del lontano 24 febbraio 2016. Che però, rimase misteriosamente “oscurata” sull’albo pretorio del Comune di Ischia, dove pure la legge sulla trasparenza vorrebbe che tutto sia pubblicato in tempi abbastanza ragionevoli. Come vedete invece dall’immagine riprodotta in pagina, nella sezione apposita del sito istituzionale comparivano la delibera n. 20, la 21, la 23 e la 24 ma guarda caso mancava proprio la 22. Inevitabile porsi l’amletico quesito: perché? Siamo venuti in possesso del documento e abbiamo subito fiutato puzza di bruciato e per farlo onestamente non occorreva nemmeno essere annoverati tra gli Sherlock Holmes di turno. L’oggetto è già di suo decisamente eloquente: fabbisogno triennale del personale 2016/2018.

Nella delibera l’esecutivo guidato dal vicesindaco Ferrandino torna sull’ormai nota questione delle assunzioni e ribadisce la volontà “di proseguire la procedure confermate ed avviate volte alla copertura in particolare dei posti vacanti in organico di categoria giuridica D3 funzionari dell’area amministrativa, economico-finanziaria e tecnica, D1 istruttore direttivo dell’area economico-finanziaria, tutte in forma di part time… e procedere alle relative assunzioni nei limiti del budget assunzionale disponibile non soggetto ai vincoli posti dall’articolo 1, comma 424 della legge 190/2014, così come modificati ed integrati dall’art. 1 comma 234 della legge 208/15, nonché di quello relativo agli anni dal 2017 in poi”. Attenzione, però, perché subito dopo c’è un passaggio abbastanza chiaro che forse farà immaginare a qualche malpensante di turno perché questa delibera è rimasta fin qui misteriosamente nascosta. Si legge infatti testualmente quanto segue: “Ritenuto in attuazione di quanto previsto nelle richiamate deliberazioni programmatorie confermate con la presente, al fine di accelerare il processo di attuazione del nuovo modello organizzativo, di confermare le previsioni di cui alla deliberazione di giunta comunale n. 17 del 19 febbraio 2013 in relazione all’accordo da sottoscrivere con i Comuni dell’isola di Ischia per l’utilizzo di graduatorie concorsuali pubbliche fino alla data del 31 dicembre 2016 secondo lo schema di accordo allegato sub B”.

E qui cascherebbe l’asino perché nel palazzo municipale di via Iasolino, da qualche tempo, serpeggia una sorta di nemmeno tanto celato malcontento, soprattutto tra dirigenti e funzionari attualmente in servizio. Il motivo sarebbe da ricercare proprio dalla possibilità di poter attingere dalle graduatorie delle altre municipalità isolane. Se infatti Ischia bussasse alla porta di Forio, in questa graduatoria troverebbe al primo posto l’attuale dirigente economico-finanziario Antonio Bernasconi, che così – a differenza dei suoi compagni di avventura – potrebbe essere assolto saltando i rischi e gli ostacoli derivanti da un regolare concorso. Sarà una coincidenza, come sostiene qualcuno, ma se a questo sommate la circostanza di una delibera misteriosamente mai comparsa all’albo pretorio, capirete che il sospetto o il ragionevole dubbio deve essere concesso senza mezzi termini.

Attenzione, però, perché alle volte, restando ai detti, il diavolo fa le pentole ma non i coperchi. Perché nel frattempo sarebbe emerso che la graduatoria che riguarda il predetto Bernasconi sarebbe scaduta e dunque non più utilizzabile per le finalità di cui sopra. E’ vero che una normativa del 2013, come ricordato, ha prorogato le graduatorie stesse fino a dicembre 2016 ma quella in oggetto sarebbe venuta meno prima dell’entrata in vigore della predetta legge. Insomma, il tentativo di tirar dentro Bernasconi dalla porta di servizio (sempre che non si tratti di una strana coincidenza, per carità…) potrebbe essere abortito prima ancora di iniziare il periodo di gestazione. Chi si è tuffato a pesce su questa vicenda, piuttosto, è stato il consigliere comunale di minoranza Carmine Bernardo, che prima degli altri aveva bussato alla porta del segretario generale Giovanni Amodio chiedendogli per quale motivo questa delibera di giunta non fosse pubblicata – al pari delle altre – all’albo pretorio. E allora ecco cosa si è inventato l’avvocato: ha indirizzato una nota interrogazione ai sindaci di Ischia e Forio, Giosi Ferrandino e Francesco Del Deo, ma anche ai segretari Giovanni Amodio e Noemi Martino, con un oggetto perentorio: Richiesta rilascio attestazione per la verifica validità graduatoria Prot 10455 del 27.04.2010 afferente 1 posto categoria D responsabile Ufficio Tributi posizione economica D1. Diffida ad utilizzo della stessa per scadenza termini”.

Di fatto, Carmine Bernardo vuole rassicurazioni soprattutto dalla sponda foriana ed infatti a un certo punto scrive: “Tanto ciò evidenziato, per la graduatoria pubblicata il 27/04/2010 Prot. N. 10455 e considerato che il primo degli idonei risulta essere l’attuale responsabile, nominato ex art. 110 tuel, dei servizi finanziari del Comune di Ischia, che tra l’altro ha sottoscritto ogni atto e certificazione per le procedure concorsuali avviate, nella qualità sopraindicata, si richiede apposita certificazione di ‘non disponibilità per scadenza termini’ ed in ogni caso si diffida l’ente in indirizzo a renderla disponibile o ad essere utilizzata da altre amministrazioni all’interno di apposite convenzioni da stipularsi con altri enti locali, salvo eventuali responsabilità penali, amministrative e contabili da rilevarsi nelle sedi  competenti”. Insomma, se davvero c’era sotto qualcosa, l’impressione è che il consigliere comunale di Ischia abbia fatto… scacco matto.

Ads

 

Ads

 

 

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x