CRONACAPRIMO PIANO

Concorso a Lacco Ameno, ecco i risultati della seconda prova scritta

Tutti i sette candidati rimasti in gara hanno conseguito il punteggio necessario ad accedere alla conclusiva prova orale, fissata al 27 febbraio. In palio un posto fisso di istruttore amministrativo a tempo pieno di categoria D

Sono stati resi pubblici i risultati della seconda prova scritta del concorso indetto dal Comune di Lacco Ameno per individuare una nuova unità di istruttore direttivo amministrativo, categoria D, a tempo pieno e indeterminato. Come si ricorderà, dei 26 iscritti solo 11 candidati si sono presentati mercoledì scorso alle prove scritte, svoltesi nella Sala consiliare del Municipio di Piazza Santa Restituta. E di essi, soltanto in sette hanno poi superato la prima prova, consistita in una serie di domande, trenta, a risposta multipla, con mezz’ora a disposizione.

Bisognava rispondere in maniera esatta ad almeno 21 di essere per staccare il lasciapassare per lo svolgimento della seconda prova, che si è svolta poche ore dopo, nel pomeriggio, con i seguenti risultati: Emilio Polizio 29, Lucrezia Galano 28, Iolanda Baldino 26, Diego Stoppiello 25, Marianna Ciaramaglia 23, Mariangela Avitabile 22, Annamaria Amalfitano 21. Dunque tutti i sette candidati superstiti hanno raggiunto il punteggio minimo (21/30) necessario per accedere alla conclusiva prova orale, fissata al prossimo 27 febbraio alle ore 12.00. Nei giorni scorsi, la commissione ha proceduto anche alla valutazione dei titoli (di studio e di servizio) dei vari candidati, prima di iniziare la correzione degli elaborati. Il colloquio orale verterà su una serie di materie: ordinamento istituzionale, finanziario, contabile delle autonomie locali; elementi di diritto costituzionale e di diritto amministrativo, principi, strumenti, regole e istituti dell’attività amministrativa; elementi di diritto civile, di diritto penale e procedura penale, con particolare riferimento ai reati contro la P.A.; disciplina del rapporto contrattuale di pubblico impiego e regime di responsabilità dei dipendenti in generale; codice di comportamento dei dipendenti pubblici; normativa sull’affidamento di contratti pubblici di forniture, servizi e lavori; conoscenza della lingua inglese; conoscenza dell’uso delle apparecchiature informatiche e delle applicazioni più diffuse; normativa in materia di privacy, trasparenza, di accesso civico e accesso generalizzato.

Il punteggio finale sarà dato dalla media dei voti conseguiti nelle due prove scritte, a cui si sommerà il voto conseguito nella prova orale e il punteggio ottenuto per i titoli. La graduatoria di merito sarà formata secondo la votazione riportata da ciascun candidato, con osservanza, a parità di punteggio, dei titoli di preferenza e precedenza previsti dal vigente regolamento comunale per l’accesso agli impieghi. In caso di ulteriore parità, sarà preferito il candidato più giovane di età. Tale graduatoria finale, oltre a individuare il soggetto da assumere immediatamente nelle file dell’organico, avrà una validità di tre anni.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close