Statistiche
CRONACA

Concorso a Lacco Ameno, ecco i risultati delle prove orali

In palio un posto fisso di istruttore amministrativo a tempo pieno di categoria D. La graduatoria finale sarà ufficializzata nei prossimi giorni

Si sono svolti ieri i colloqui orali validi come prova finale del concorso indetto dal Comune di Lacco Ameno per individuare una nuova unità di istruttore direttivo amministrativo, categoria D, a tempo pieno e indeterminato. Come si ricorderà, dei 26 iscritti solo 11 candidati si erano alle prove scritte, svoltesi nella Sala consiliare del Municipio di Piazza Santa Restituta. E di essi, soltanto in sette avevano poi superato la prima prova del 5 febbraio, consistita in una serie di domande a risposta multipla. La seconda prova, quella teorico pratica, svoltasi dopo poche ore, era consistita nella redazione di un atto amministrativo.

I colloqui orali di ieri vertevano su una serie di materie, con domande diverse e assegnate a sorteggio per ciascun candidato: ordinamento istituzionale, finanziario, contabile delle autonomie locali; elementi di diritto costituzionale e di diritto amministrativo, principi, strumenti, regole e istituti dell’attività amministrativa; elementi di diritto civile, di diritto penale e procedura penale, con particolare riferimento ai reati contro la P.A.; disciplina del rapporto contrattuale di pubblico impiego e regime di responsabilità dei dipendenti in generale; codice di comportamento dei dipendenti pubblici; normativa sull’affidamento di contratti pubblici di forniture, servizi e lavori; conoscenza della lingua inglese; conoscenza dell’uso delle apparecchiature informatiche e delle applicazioni più diffuse; normativa in materia di privacy, trasparenza, di accesso civico e accesso generalizzato.

Ecco i punteggi pubblicati nel pomeriggio: Emilio Polizio, Lucrezia Galano e Marianna Ciaramaglia 28; Mariangela Avitabile 27; Iolanda Baldino 26; Diego Stoppiello 25. Assente la settima candidata, Annamaria Amalfitano. La graduatoria finale sarà ufficializzata nei prossimi giorni. Il punteggio finale sarà dato dalla media dei voti conseguiti nelle due prove scritte, a cui si sommerà il voto conseguito nella prova orale e il punteggio ottenuto per i titoli. La graduatoria di merito sarà formata secondo la votazione riportata da ciascun candidato, con osservanza, a parità di punteggio, dei titoli di preferenza e precedenza previsti dal vigente regolamento comunale per l’accesso agli impieghi. In caso di ulteriore parità, sarà preferito il candidato più giovane di età. Tale graduatoria finale, oltre a individuare il soggetto da assumere immediatamente nelle file dell’organico, avrà una validità di tre anni.

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex