POLITICAPRIMO PIANO

Consigli comunali natalizi a Ischia e Forio

Sono stati convocati dai presidenti delle civiche assisi Ottorino Mattera e Michele Regine nell’almeno apparente inusuale data del 23 dicembre: e nonostante il clima natalizio promettono scintille

C’è un proverbio che dice “Natale con i tuoi”. Ma evidentemente fino all’ultimo momento in due Comuni isolani la politica ha deciso che è il caso di stare insieme e tra i banchi del civico consesso prima di abbandonarsi ai bagordi natalizi ed alle abbuffate con parenti e amici stretti. Si spiega solo così il doppio appuntamento che sarà celebrato il 23 dicembre prima a Forio e poi a Ischia con due sedute di consiglio comunale convocate nell’immediata antivigilia di Natale.

Si partirà all’ombra del Torrione, con la seduta nella sala congressi nel piazzale Marinai d’Italia: il presidente Michele Regine ha infatti chiamato a raccolta tutti i consiglieri alle 9 del mattino, che presumibilmente slitteranno di circa un’ora (questa almeno è la prassi consolidata). Due i punti inseriti all’ordine del giorno, entrambi di natura contabile: ratifica variazione di bilancio adottata d’urgenza ai sensi dell’art. 175 del D/lgs 267/00, esercizio 2019 e il riconoscimento di un debito fuori bilancio conseguenza di una sentenza emessa dal Consiglio di Stato. Una curiosità, dopo che la seduta in programma martedì mattina è saltata per l’assenza del numero legale e i consiglieri di opposizione che non si sono presentati, questa volta i punti richiesti proprio nella seduta andata deserta dagli esponenti di minoranza non figurano tra gli argomenti di discussione.

Tutto ruoterà, in buona sostanza, sulla predetta variazione conseguenza di una mastodontica opera pubblica che riguarda la messa in sicurezza del braccio di sovra flutto del porto di Forio, opere a mare che prevedono anche la risistemazione della testata del braccio che fu lesionata dalla mareggiata di fine anni ’90. Un’opera per la quale il Comune di Forio ha ricevuto dalla Regione una somma pari a nove milioni e mezzo di euro. Ma è probabile che le scorie delle frizioni tra le parti in causa dopo la seduta saltata torneranno a farsi sentire, il duello rusticano insomma è alle porte, alla faccia del motto secondo il quale a Natale si tiene da parte l’ascia di guerra.

Appuntamento il 23 dicembre di buon mattino e in prima serata. All’ombra del Torrione si faranno sentire le “ruggini” derivate dal mancato svolgimento dell’ultima seduta, ad Ischia non mancherà il braccio di ferro sul bilancio consolidato. Insomma, nelle sale consiliari il Natale non porterà a essere più buoni…

Dopo la “colazione” a Forio, la “cena” sarà invece consumata a Ischia dove il consiglio comunale si svolgerà presumibilmente in prima convocazione alle ore 19. Nemmeno da prendere in considerazione il fatto che la seduta possa svolgersi in seconda adunanza: sarebbe folle pensare che un consiglio debba tenersi il 24 dicembre alle 10 del mattino, roba da ricovero coatto. Oggetto di discussione sarà il bilancio consolidato, adempimento che anche l’ente di via Iasolino deve portare a compimento entro il 31 dicembre e che dunque vedrà nel mirino anche la gestione e i conti delle società partecipate. Dopo i continui botta e risposta degli ultimi giorni e in particolare dopo il precedente consesso che ha visto contrapposta la maggioranza e la nuova compagine di opposizione, è facile pensare che ci sarà battaglia. E non a caso già da oggi verosimilmente gli esponenti del gruppo consiliare “Per Ischia” cominceranno a fare le pulci al documento contabile regalando così un momento di autentica battaglia nella sala consiliare. Insomma, sarà pure che a Natale siamo tutti più buoni, ma forse per una volta la politica dovrà rassegnarsi a fare eccezione.

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex