Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Il consiglio approva la salvaguardia degli equilibri di bilancio

BARANO.  È durato il tempo di un amen il Consiglio Comunale tenutosi mercoledì sera in quel di Barano. Dieci minuti o poco più, per discutere ed approvare l’argomento che era all’ordine del giorno della seduta.  Uno era, infatti, il punto di discussione previsto ed inerente “la salvaguardia degli equilibri di bilancio ed assestamento generale per l’esercizio finanziario 2018”. Detto in parole più semplici, per i non addetti ai lavori, la normativa vigente in materia, prevede, infatti,  che entro il 31 Luglio gli enti comunali provvedano a verificare tutte le entrate e le uscite di spesa per il mantenimento degli equilibri di bilancio con l’eventuale adozione, in caso di mancato equilibrio, di manovre di salvaguardia. Caso questo, fortunatamente, non del Comune di Barano che non avrebbe riscontrato, nei mesi passati,  grossi problemi  a riguardo.

«L’ente comunale – ha difatti spiegato ai presenti il dottor Nicola Pascale, responsabile finanziario del Comune di Barano –  non ha bisogno di fare alcun assestamento, non avendo mai avuto neppure la necessità di effettuare alcuna variazione di bilancio. Siamo perfettamente in equilibrio». L’argomento della civica assise, insomma, è stato di natura prettamente tecnico-finanziaria  e tutti i presenti in sala, compresa l’opposizione, non hanno avuto molto da aggiungere. Restando in tema finanziario, il presidente del Consiglio comunale, nonché ex sindaco di Barano, Paolino Buono ha tenuto solo a precisare che, grazie all’aggiornamento della toponomastica, effettuato lo scorso anno, nel territorio baranese, è stato possibile individuare abitazioni private non ancora censite e avere così un maggior controllo su eventuali evasori di tasse, mentre il sindaco Dionigi Gaudioso ha sottolineato come il Comune stia vincendo  alcun ricorsi intentati dall’ente proprio contro i furbetti delle tasse.

Il Consigliere di minoranza Maria Grazia Di Scala ha invece colto l’occasione, ancora una volta, per far presente alla maggioranza che a sette mesi di distanza dall’inoltro dell’interrogazione da parte della minoranza all’ufficio tributi, in merito alla tassa di soggiorno, ancora nessuna risposta è pervenuta dal responsabile del settore, il dottor Luigi Mattera. Dopo queste osservazioni si è così passati a votare l’atto di delibera. Votazione favorevole ovviamente quella espressa da parte della maggioranza  mentre contrario è stato il voto dato  della minoranza che ha motivato la propria scelta – in particolar modo Maria Grazia  Di Scala,  “per assoluta incomprensibilità del documento”. Un Consiglio comunale, insomma, quella tenutosi mercoledì sera, piuttosto tranquillo, soprattutto se paragonato ai toni  decisamente più accesi che si erano registrati nelle più recenti sedute. Grande assente, comunque,  il capogruppo della minoranza, Clotilde Di Meglio, che stranamente non ha presenziato alla seduta, l’unica, tra le altre cose, convocata in orario serale, propri come era stato più volte richiesto non solo da quest’ ultima  ma dall’opposizione tutta.

 

Sara Mattera

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x