ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Consiglio comunale, continua la partita a scacchi tra Del Deo e Verde

di Francesco Castaldi

FORIO – È stata convocata per giovedì 22 settembre alle 18.00 la seduta del civico consesso foriano. A darne notizia nella giornata di ieri è stato il presidente del consiglio comunale Michele Regine, che ha protocollato agli atti dell’Ente turrito la convocazione dell’assise, che come di consueto di riunirà presso la sala delle adunanze del vecchio palazzo municipale. Ben settantotto i punti all’ordine del giorno, tra i quali figurano una serie di riconoscimenti di debiti fuori bilancio, valutazioni e misure consequenziali in merito alla deliberazione 271/2016 della Corte dei Conti, la nomina di una commissione speciale per l’adeguamento dello statuto comunale e del regolamento, oltre alle tematiche di varia natura proposte negli scorsi mesi dalla minoranze.

Mettendo da parte i punti all’ordine del giorno previsti per la seduta del 22 settembre, appare chiaro che nelle questioni preliminari del consiglio comunale l’opposizione, come da prassi consolidata, tenterà in tutti i modi di portare la discussione su ben altri argomenti, non ultimo quello relativo all’approvazione del bilancio di previsione avvenuta nel corso della riunione del maggio scorso. Una questione talmente spinosa da aver condotto il consigliere comunale Stani Verde a presentare nelle scorse settimane un ricorso al Tar della Campania, nel quale ha chiesto senza mezzi termini l’annullamento della delibera approvata dalla maggioranza e lo scioglimento del consiglio comunale da parte del Prefetto di Napoli, la dottoressa Gerarda Maria Pantalone.

Come riferito nell’edizione di ieri del nostro quotidiano, ci vorranno altri venti giorni per conoscere la sentenza dei giudici del tribunale amministrativo regionale, che sono chiamati a stabilire la legittimità o meno del voto espresso dal sindaco Francesco Del Deo, che risultò decisivo ai fini dell’approvazione dell’atto deliberativo mediante il quale l’assise confermò la bontà del bilancio di previsione dell’Ente turrito. Una logorante partita a scacchi quella tra Stani Verde e Francesco Del Deo, che dai rispettivi scranni non mancheranno di lanciarsi le solite frecciatine e accusarsi vicendevolmente. I consigli comunali di Forio, si sa, sono spesso e volentieri infarciti di velenose polemiche e di estenuanti sermoni che, all’atto pratico, non servono a un bel niente, se non a indispettire quei pochi cittadini e giornalisti che seguono i lavori di quello che, a tutti gli effetti, potremmo definire “circo comunale”. Un patetico teatrino che, qualora fosse accolto il ricorso di Stani Verde, sarebbe letteralmente spazzato via dal Prefetto di Napoli, che invierebbe sull’isola un proprio commissario che traghetterà Forio alle prossime amministrative, che si terranno nella primavera del 2018.

Ads

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button