ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Il consiglio di Forio? Il solito circo all’insegna degli schiamazzi

«Venghino, signori, venghino al gran circo comunale di Forio!». Ieri mattina, tra le strade del Comune turrito, mancava soltanto un allegro banditore che annunciasse a residenti e turisti la seduta del consiglio comunale che si è svolta ieri, come di consueto, nella sala superiore del vecchio municipio, a due passi dalla chiesa del Soccorso. A ben pensarci, mancavano all’appello anche pop-corn e patatine, che in occasioni del genere dovrebbero essere sempre a portata di mano, non fosse altro per avere l’opportunità di gettarli addosso a chi, da quattro anni, sta dimostrando di non meritare di rappresentare il popolo di Forio in seno alla civica assise. Non si scandalizzasse il consigliere dinanzi ad una simile affermazione, perché non ne avrebbe affatto motivo. In quattro anni di consiliatura, il canovaccio non è mai cambiato, così come non sono mai mutati gli atteggiamenti dei membri di maggioranza e opposizione, più impegnati a sbraitare contro l’avversario che a risolvere gli atavici problemi che affliggono il territorio foriano.

CONTINUA A LEGGERE SUL GIORNALE IN EDICOLA

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button