Statistiche
ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5

Continua fino a metà novembre la raccolta firme per dire stop all’anoressia

Ischia – Continua la raccolta firme contro la chiusura del centro DCA di Soccavo, unico centro in Campania per curare i disturbi alimentari come anoressia e bulimia. Nella nostra redazione in C.so Luigi Manzi – Casamicciola – dal lunedì al sabato, dalle ore 18:00, così come in alcuni negozi e supermercati dei vari comuni dell’isola e su www.petizionepubblica.it, c’è la possibilità di mettere la propria firma fino a metà novembre.  All’appello di mamma Cinzia che si è fatta portavoce, insieme agli altri genitori del centro, di una battaglia davvero lunga e difficile hanno risposto in molti dimostrando che l’isola d’Ischia è davvero sensibile al tema ma possiamo fare ancora di più per sottolineare l’importanza della presenza di questo centro nella nostra Regione. Il DCA di Soccavo, rischia la  chiusura per mancanza di fondi, se ciò accadesse significherebbe, per chi è in cura adesso e per chi vorrà rivolgersi in futuro, trasferirsi in un’altra struttura molto lontano da casa, probabilmente in al Nord’Italia, rendendo l’iter per la guarigione ancora più difficile.  In Campania ci siano quasi 5 mila persone affette da anoressia o bulimia, circa il 10% degli adolescenti. Le aziende sanitarie e gli ospedali pubblici della Campania non dispongono di risorse umane, reparti o ambulatori specifici per il problema e il centro DCA di Soccavo rappresenta l’unica speranza per le famiglie che si trovano a dover combattere con queste problematiche.

 

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x