LE OPINIONI

Contrastare l’invecchiamoento col corretto stile di vita

E’ dimostrato che in assenza di patologie, è più il disuso a creare guai e malanni che non il trascorrere del tempo

Si è mai sentito parlare di una raccolta di fondi per la prevenzione dell’invecchiamento? No! In ogni parte del globo è posticipato l’invecchiamento e gli stati non finanziano le relative ricerche, e non esiste un’istituzione che raccolga fondi o che diffonda i principi su come comportarsi e quale stile di vita seguire

Cacciabombardiere F-35

L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali, inizia così l’articolo 11. Pochi sanno che per la difesa si spendono 80 milioni di euro il giorno, 25 miliardi all’anno. Nessun politico o militare italiano parla volentieri dell’F-35, il cacciabombardiere americano di ultima generazione. Il costo complessivo dei 90 cacciabombardieri che l’Italia prevede di comprare è di almeno 14 miliardi di euro (di cui 4 miliardi già pagati), cui vanno aggiunti almeno 35 miliardi di euro di costi operativi e di supporto logistico per i trent’anni di vita di questi aerei. Una stima per difetto della folle corsa alla guerra, che fa strage non solo perché porta a un crescente uso delle armi, ma perché brucia risorse vitali necessarie a risollevare la nazione.

Ricerca di cure contro l’invecchiamento

E’ stata ostacolata, nei decenni passati, dall’idea diffusa tra i gerontologi (non vi ricorda le lotta al grano col glifosato o l’olio extra vergine ammuffito e rancido ecc) secondo cui “invecchiare non è una malattia”. Se è detto alla politica che l’invecchiamento non è una malattia, perché dovrebbero stanziare denaro pubblico per combattere l’invecchiamento? I gerontologi di oggi sottolineano spesso che, se potessimo posporre l’invecchiamento anche solamente di poco, ci sarebbero da trarre dei benefici per la salute molto più considerevoli di quelli che si otterrebbero anche con le scoperte più importanti riguardo a malattie specifiche. I loro finanziatori, però, continuano a non recepire il messaggio. Credo che sia stata l’inadeguatezza della retorica dei gerontologi dei decenni passati ad aver contribuito a far sì che queste resistenze aprioristiche siano state superate da questa semplice, ovvia e universalmente riconosciuta (nel campo della biologia) verità: è necessario posporre l’invecchiamento. Molti muoiono per “cause naturali” formula che indica una morte avvenuta in età avanzata e in assenza di una patologia ben definita. Tutti sappiamo che un certo numero di persone effettivamente muore in questo modo, ovvero non a causa di un attacco di cuore, di un’influenza o di una polmonite, né a causa di un cancro. Nemmeno per colpa di un colpo apoplettico, ma durante il sonno, semplicemente perché il loro cuore si ferma. Queste persone, relativamente fortunate, indubbiamente cessano di vivere a causa della vecchiaia.

Annuncio

La ricetta della salute: nuoto, bici, corsa, palestra

E’ dimostrato che, in assenza di patologie, è il disuso a creare guai e malanni e non il trascorrere del tempo. Anche a 70-80 anni e in cattive condizioni fisiche, sottoponendosi a un idoneo programma di riabilitazione fisica si avranno miglioramenti eccezionali ritrovando la gioia di essere autosufficiente.

Centri Fitness

Le cause principali d’abbandono da parte della clientela dei centri fitness, principalmente sono d’additarsi alla mancanza di risultati su quanto era stato loro promesso con sorrisi e ammiccamenti. Basta sapere cosa chiedono i clienti, e controllare se quanto promesso all’atto dell’iscrizione è stato mantenuto. In pratica, se sono migliorati, rimasti stazionari o peggiorati. L’addetto alle vendite con tanti sorrisi aveva promesso a chi richiedeva dimagrimento e tonicità muscolare il successo garantito. Basta semplicemente controllare determinati parametri fisici e si saprà se quanto promesso è stato ottenuto.

Riduzione della massa grassa, fisico tonico, flessibilità

Più che la perdita di peso, è importante la riduzione della massa grassa che si era misurata al primo giorno, prendendo le misure delle relative pliche muscolari. Con l’impedenziometria rileveremo il Fat (massa grassa) e il BIM (body mass). Infatti, valutiamo per miglioramento non la perdita del solo peso corporeo, bensì la diminuzione della massa grassa e perché no, anche l’eventuale aumento della massa magra. Agli amanti dei muscoli diciamo poi: a che serve apparire in forma, se non si è in grado di fare una corsa di 500 – 600 metri per prendere l’aliscafo? E’ quindi basilare il miglioramento dell’apparato cardiovascolare. Per questo scopo rileviamo la frequenza cardiaca dopo 10’ sul tapis roulant, impostato a una velocità di 10 minuti per km e quindi 6 km/h, con l’inclinazione del tappeto al 15/20%. Dopo 8 settimane si controllerà se la frequenza cardiaca a riposo, che era stata rilevata il primo giorno, è diminuita.

Fisico asciutto e tonico in grado di correre

Nonostante ciò, si potrebbe non essere in condizione di prendere facilmente un oggetto da terra flettendosi a raccoglierlo. Quindi miglioramento del grado di flessibilità della catena muscolare posteriore e relativo grado di flessione anteriore. In pratica, seduti a terra con le gambe, distese, toccare con le braccia distese con le dita delle mani almeno i piedi, puntare ad arrivare con le dita delle mani oltre i piedi di 20 cm. Un fisico tonico, è la conseguenza della riduzione del grasso corporeo, che diminuendo evidenzierà la massa muscolare che deve essere armonica senza scompensi tra essa. Molti palestrati mostrano in costume, una buona muscolatura della parte superiore del corpo ma gambe esili tipo trampoliere e miseri polpacci. Per avere un fisico armonico, una regola che i palestrati potrebbero seguire è: prendere la misura in cm del collo, e portare braccia e polpacci allo stesso livello.

Marketing e consulenze

In molti centri Fitness, spesso, l’imperativo vigente non è: ” Essere competenti nel proprio campo, ma vendere”. Lo stupido (il gestore) che preferisce l’uovo oggi e non la gallina domani, ragionerà così: il fatturato aumenta acquisendo clienti e i clienti sono merce facile da convincere, sapendo come relazionarsi quando il malcapitato di turno viene a chiedere informazioni nel centro fitness. Basta far credere che si è in grado di esaudire quanto richiedono i clienti: tonificazione, dimagrimento, cardiofitness, postura e si acquisiscono nuovi iscritti. Non è col lavoro svolto correttamente che si acquisiscono clienti, poiché sono una cosa a venire, che richiede tempo e principalmente occorrono istruttori veramente preparati e qualificati. Questi, oltre a mostrare l’esecuzione degli esercizi, dovrebbero essere capaci di impostare anche: la preparazione atletica di una squadra di calcio, basket, pallavolo, o atleti del fondo, mezzofondo, velocità, lanci, salti, nuoto, ecc. Saper stilare programmi che tengano conto del biotipo di ogni singolo cliente. Per esempio se a prevalente fibre bianche o rosse. O impostare gli esercizi in base alla personale muscolatura, che se è vero che non può essere modificata, con un corretto lavoro, chi ha le clavicole strette, potrà dare l’impressione di avere spalle larghe. Si rileva, che per molte strutture si reputa una perdita di tempo quella del miglioramento tecnico dello staff. Molto meglio e costa meno tempo e fatica convincere i clienti a sottoscrivere l’abbonamento, curando i modi accattivanti, accompagnati dal sorriso stampato sul viso, specialmente con i più timidi e meno spavaldi.

Nonostante l’abbonamento annuale, il 50% abbandona dopo i primi mesi 

Il 50% degli utenti non va più in palestra o al centro fitness dopo i primi mesi, e ciò, nonostante molti abbiano pagato per l’intero anno. Che cosa era stato loro promesso e non è stato mantenuto? Le richieste più gettonate, specialmente dal gentil sesso sono: dimagrire, diventare tonica e il gluteo che si alza. C’è poco da sorridere davanti a richieste così specifiche. O si è in grado di soddisfarle, o si sta distruggendo il mercato, poiché gli utenti non ricevono quanto promesso e per cui hanno pagato. In pratica un settore che si sta mordendo la coda. Invece lavorando seriamente si formerà un pacchetto clienti che ogni anno aumenteranno.

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close