Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Controlli e denunce a terra e in mare, la Polizia è ovunque

Continua l’attività del personale a disposizione del vicequestore Maria Antonietta Ferrara, identificate oltre 300 persone. Particolare attenzione a stroncare il fenomeno del consumo e spaccio di stupefacenti

In campo con uno spiegamento ingente di uomini e mezzi nel pieno ormai di questa settimana che conduce dritta al Ferragosto. Non lesinano il loro impegno gli agenti del commissariato di polizia di Ischia, guidati dal vicequestore Maria Antonietta Ferrara, che davvero lavorano h 24 e presidiano il territorio in ogni angolo, anche il più remoto, sia a terra che a mare, con l’obiettivo di prevenire o reprimere possibili episodi criminosi o delinquenziali. Nella notte tra martedì ed ieri a Forio, in località Chiaia, un gruppo di ragazzi alla vista della volante ha cercato di darsi repentinamente alla fuga, insospettendo così i poliziotti che li hanno fermati.

Venivano così bloccati ed identificati un ventenne ed un diciannovenne che addosso custodivano cinque involucri di carta velina termosaldati contenenti sostanza stupefacente (presumibilmente cocaina) dal peso complessivo di 2.18 grammi. Più o meno alla stessa ora – intorno alle tre e mezza di notte – un’altra pattuglia interveniva a Ischia nei pressi della Chiesa di San Pietro a seguito di una segnalazione che annunciava l’immancabile rissa in atto, un vero e proprio must di questo afoso agosto ischitano. La cosa più assurda è che i partecipanti alla scazzottata erano tutti minori di anni quattordici: di fatto gli stessi venivano identificati e poi affidati ai genitori, che evidentemente hanno altro a cui pensare piuttosto che ai loro figli, ma questa ormai è storia vecchia.

Sempre a Forio nella notte appena trascorso in località Zaro venivano fermati e identificati quattro assuntori di sostanze stupefacenti uno dei quali veniva denunciato in stato di libertà all’autorità giudiziaria, così come venivano perquisite molte altre persone. Complessivamente i numeri dell’attività parlano di 310 persone controllate dai poliziotti di cui 63 con precedenti penali. Sottoposte a controllo anche 73 autovetture e 48 motoveicoli, mentre sono state cinque le contravvenzioni elevate per violazioni delle norme che disciplinano il codice della strada. Nella tarda mattinata di ieri, ancora, la polizia ha continuato i servizi di controllo di arenili e coste a bordo degli acquascooter e non sono mancate le sanzioni. Un modo, in ogni caso, di fare avvertire ovunque la propria presenza per regalare un senso di tranquillità ai turisti e mettere il fiato sul collo a chi magari è sbarcato a Ischia con chissà quali intenzioni.

Articoli Correlati

Rispondi

Back to top button