Statistiche
ARCHIVIO 5POLITICA

Controlli in mare, parla Giacomo Pascale

Di Francesco Ferrandino

LACCO AMENO. «Ignoranza, leggerezza o malafede». Giacomo Pascale commenta così le presunte notizie che vorrebbero totalmente inquinato il mare del litorale di Lacco Ameno. All’indomani della nota dell’Arpac, che ha pubblicato i risultati delle analisi effettuate sulle acque in questione, il primo cittadino del paese del Fungo ci tiene a puntualizzare ciò che emerge dai dati ufficiali. «I dati dell’Arpac in nostro possesso – attacca Pascale – sono più che positivi. Dalle schede tecniche allegate, si ricava che il livello di enterococchi è pari a meno di 10  utc/ml, mentre il valore-limite è di 200. Questo in pratica significa che l’acqua si può tranquillamente definire pulita. È notorio del resto che la baia di Varulo, lo specchio d’acqua antistante l’hotel Regina Isabella, è una delle mete preferite dai turisti e dai diportisti: in quella zona c’è l’unico insediamento di Posidonia che ossigena l’acqua della baia. Lo stesso ministero dell’ambiente ne ha certificato l’assoluta importanza e l’interesse scientifico. Non sono quindi sorpreso dalla notizia positiva scaturita dalle analisi. Anzi, faremo di più: incaricheremo anche un ente privato per compiere ulteriori analisi nel corso dell’estate».

Quindi nessuna ordinanza di divieto di balneazione per tutto il lungocosta del paese dalla punta di Montevico sino alla Fundera…

«Certo che no. Dai dati dell’Arpac emerge soltanto un’unica lieve criticità, localizzata all’interno dell’area portuale. Quindi non c’è alcuna ordinanza da emettere, visto che essa è stata emessa a suo tempo quando l’area fu destinata all’uso portuale, dove peraltro è lecito aspettarsi che nessuno faccia il bagno.  La situazione quindi è totalmente sotto controllo».

CONTINUA A LEGGERE SU IL GOLFO IN EDICOLA

Ads
Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest

0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex