ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Corso Francesco Regine, ci sono i lavori: il caos regna sovrano

Quella del traffico veicolare è una delle problematiche ataviche che affliggono l’isola verde, che da polmone verde del Mediterraneo si sta lentamente trasformando in una grigia e inquinata metropoli. Parte della colpa di tutta questa situazione è certamente dell’ischitano medio, che pure per andare a comprare mezzo chilo di pane si sposta con l’auto o con il motorino. Tuttavia, è innegabile che neanche le pubbliche amministrazioni fanno molto per correggere le cattive abitudini e la maleducazione di certi utenti della strada. Da quando corso Francesco Regine a Forio non è più presidiato dalle telecamere del servizio Ztl, il volume del traffico lungo la strada è notevolmente aumentato. Soprattutto nelle ore di punta il corso che attraversa il centro storico del Comune di Forio si trasforma in una vera e propria bolgia, di quelle che farebbero “tremar le vene e i polsi” al buon Dante Alighieri e alla sua guida, il poeta latino Virgilio.

Commedia a parte, la situazione diventa tutt’altro che divina quando il corso è interessato da lavori di manutenzione ma le macchine passano ugualmente. Le fotografie scattate ieri pomeriggio da Pietro Coppa, come sempre, sono più eloquenti di qualsiasi parola: nonostante l’escavatrice sia all’opera, le automobili e i mezzi a due ruote transitano lungo il corso come se nulla fosse. Un malcostume assai diffuso, ma che non viene ostacolato e fermato in alcun modo dai tutori dell’ordine. Possibile che si permetta il transito dei veicoli quando sono in corso dei lavori e il cantiere occupa buona parte della carreggiata? In queste occasioni sarebbe opportuno che il comandante della polizia municipale emetta una propria ordinanza, con la quale venga disposto il divieto di transito per tutta la durata delle operazioni (in questo caso di quelle di escavo). Così facendo si eviteranno episodi spiacevoli e che potrebbero determinare il ferimento o, nella peggiore delle ipotesi, la morte di qualche utente della strada (o di qualche ignaro e incolpevole passante).

CORSO FRANCESCO REGINE, LA STRADA “SENZA PACE”. Il corso principale di Forio (e la vicina via Matteo Verde), oltre a quella appena descritta, vive anche altre problematiche. Quasi un mese fa riportammo in cronaca un pietoso episodio, che aveva per protagonista un utente della strada strafottente. L’anonimo automobilista aveva parcheggiato alla carlona la propria vettura, bloccando il traffico per diversi interminabili minuti. Se ciò non bastasse, la macchina era pure in divieto di sosta! Quella che abbiamo appena rievocato è una vicenda che dovrebbe dare una scossa un po’ a tutti e in particolare ai vigili urbani, che elevando qualche contravvenzione in più potrebbero rieducare gli utenti della strada più indisciplinati.

foto di Pietro Coppa

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close