ARCHIVIO 3ARCHIVIO 5POLITICA

Corso Vittoria Colonna, quando le opere pubbliche sono fatte a “cazzimbocchi”

ISCHIA. Riflettori sui lavori pubblici, croce e delizia del comune di Ischia. Perché sarà pur vero che in questi dieci anni l’amministrazione di Giosi Ferrandino ha profuso uno sforzo enorme – ed investito cifre consistenti – per ridisegnare volto ed immagine del comune, ma è altrettanto vero che non sono poche le opere che, per usare un eufemismo, non sembrano realizzate al meglio. L’ultima denuncia arriva da Ennio Anastasio ma è «a nome delle tante persone residenti, in alcuni casi anche non più di giovane età, che vivono ogni giorno il dramma di una strada che si sbriciola» e riguarda la centralissima Corso Vittoria Colonna. Sulla via dello shopping del comune di Ischia i “sanpietrini” si stanno staccando dalla strada. Opera inesorabile del tempo, è vero. Ma anche della scarsa manutenzione. Perché dopo averle realizzate, le opere pubbliche andrebbero curate. E su questo aspetto particolare Ischia sembra soffrire di mancanze croniche. A Corso Vittoria Colonna, spiega Anastasio, «i cubetti di porfido li trovi tra i piedi mentre attraversi la strada per andare alla Santa Messa». Magari fino ad oggi l’occhio benevolo di qualche santo ha evitato che qualcuno si facesse del male, ma sarebbe opportuno intervenire prima che accada qualcosa di irreparabile. Intanto, l’occasione è ghiotta per una stoccata all’amministrazione. «È stato un risanamento molto superficiale era stato messo in opera nella scorsa primavera dopo una nostra segnalazione e quindi siamo di nuovo al punto di partenza, anzi più “scarrupati” di prima. Noi ci riproviamo e speriamo in un lavoro meno arruffato, ma forse la miglior protesta è mettere per strada 10 /12 piccole aste con bandierina rossa nei diversi punti critici e fare delle belle foto».

Articoli Correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Back to top button
Close