Statistiche
CRONACAPRIMO PIANO

Covid all’Ibsen, allarme rientrato: solo una classe in quarantena fiduciaria

Dopo il silenzio di domenica, che aveva indotto la dirigente scolastica ad un “robusto” provvedimento cautelativo, ieri l’ASL si è pronunciata sul caso di positività di una docente in servizio presso la scuola primaria

Dopo che, sia pure con colpevole ritardo, le autorità sanitarie si sono decise a rivolvere quello che era diventato un vero e proprio enigma (e che aveva indotto la direzione scolastica ad assumere inevitabili provvedimenti cautelativi in autonomia), sembra finalmente rientrare il caso di positività di una docente al Covid, che inizialmente aveva visto otto classi dell’istituto comprensivo Ibsen di Casamicciola poste in regime di didattica a distanza.

Ieri l’ASL ha sciolto il rebus, comunicando le proprie deduzioni alla dirigente Marilisa Mancino che a sua volta ha emesso una nota nella quale si legge testualmente: “Con riferimento alla propria nota 3647 del 25/04/2021 con la quale si disponeva in via cautelativa e precauzionale la DDI anche per le classi in indirizzo a seguito di un caso positivo accertato COIVD 19 di docente scuola primaria, tenuto conto delle disposizioni ricevute dall’ UOSE 1 Napoli 2 Nord (Dipartimento di Prevenzione) nostro protocollo 3661 del 26/04/2021, si comunica che gli alunni della classi: 1A 4A 5 B Plesso Perrone, 1 A 2 A 3A Plesso La Rita, 3 A Plesso Manzoni riprenderanno regolarmente le attività didattiche in presenza a partire dal giorno 27 /04/2021 in quanto come disposto nella nota sono stati posti in quarantena con isolamento domiciliare e sociale sorveglianza sanitaria esclusivamente i contatti del giorno 22/04/2021. Resta salva l’adozione di nuove disposizioni a seguito di ulteriori provvedimenti da parte del UOSE 1 Napoli 2 Nord (Dipartimento di Prevenzione) Si ringrazia per la consueta collaborazione e si resta a disposizione per chiarimenti. Cordiali saluti”.

Sette classi potranno rientrare a scuola già nella giornata di oggi, interrompendo così la didattica digitale integrata. Il caso davvero particolare della donna, che già in passato era stata colpita una prima volta dal virus

La nota emessa dalla dott.ssa Mancino è chiara, se si va a guardare le classi che domenica sera erano stati posti in didattica digitale a distanza si evince in maniera inequivocabile che all’appello manca la quinta A del plesso Perrone, che dunque viene posta in quarantena fiduciaria. Il primo provvedimento si era reso necessario perché, come rimarcato dalla stessa dirigente scolastica in un primo comunicato emesso domenica sera non erano arrivate notizie ufficiali e la stessa non a caso scriveva: “Considerato che alle ore 19:20 del giorno 25 aprile non è pervenuta ancora alcuna disposizione da parte del DDP dell’ASL Na 2 Nord in relazione all’eventuale quarantena fiduciaria per i contatti stretti della docente, nonostante i solleciti inviati, tenuto conto della necessità di informare le famiglie e il personale in tempo utile e di organizzare il servizio, in via precauzionale e cautelativa dispone che le seguenti classi di scuola primaria domani lunedì 26 aprile svolgeranno le attività didattiche in DDI secondo l’orario già in vigore”.

Una precauzione sacrosanta e soprattutto, a distanza di 24 ore, un caso rientrato entro dei parametri decisamente più rassicuranti. Una curiosità: secondo quanto si apprende la docente era già stata affetta da covid in passato e dunque risulta positiva per la seconda volta. Tra l’altro, la donna aveva anche ricevuto la prima dose del vaccino nell’ambito della campagna che era stata organizzata presso l’Istituto Alberghiero “V. Telese” di Fondobosso e che aveva visto la vaccinazione di personale docente e scolastico dei plessi ubicati sulle isole di Ischia e Procida.

Ads

Ads

Articoli Correlati

0 0 voti
Article Rating
Sottoscrivi
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Visualizza tutti i commenti
Back to top button
0
Mi piacerebbe avere i vostri pensieri, per favore commentatex
()
x